Giovedì, 24 Giugno 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mr. Savethewall, il colletto bianco che sfida la crisi con l'arte

Da manager ad artista. E' la sfida di Pierpaolo Perretta, ex vicesegretario di Confartigianato Como, che ha deciso di aprire una galleria d'arte per esporre, vendere e realizzare quadri. La nuova galleria “CriminArt” aprirà i battenti venerdì 25...

Da manager ad artista. E' la sfida di Pierpaolo Perretta, ex vicesegretario di Confartigianato Como, che ha deciso di aprire una galleria d'arte per esporre, vendere e realizzare quadri. La nuova galleria “CriminArt” aprirà i battenti venerdì 25 ottobre alle ore 18.30, in via Giovio 5. Così Pierpaolo Perretta ha deciso di uscire allo scoperto e rivelare la sua identità di artista, finora nascosta dietro lo pseudonimo "Mr. Savethewall". Quei disegni apparsi negli ultimi mesi sui muri della città, un po' provocatori, a volte suggestivi, erano suoi. Soggetti sempre molto ragionati la cui forza evocativa nasce spesso da un incontro-scontro di idee e concetti, come la casa della famiglia del mulino bianco che va in fiamme, o la rivisitazione della Pietà di Michelangelo in cui la Vergine Maria anziché tenere fra le braccia il figlio Gesù tiene il Tricolore italiano.

Mr. Savethewall ha fatto una scelta coraggiosa: abbandonare la sua comoda e avviata carriera di manager per dedicarsi all'arte, amata e praticata da sempre, con il desiderio di elaborare e trasmettere messaggi forti e incisivi sulla contemporaneità, senza però cadere nella banalità. E’ una pratica artistica che cammina decisamente controcorrente e possiede la forza, l’energia e il coraggio di imporsi anche in uno scenario più ampio e di respiro internazionale.

Esponente della "Street Art", Mr. Savethewall ne esalta gli aspetti critici e di denuncia, rigettando però atti illegali o sovversivi. Per questo motivo i supporti strutturali dei suoi lavori non sono muri, mezzi di trasporto o strumenti di dominio pubblico, ma materiali semplici e di largo consumo e spesso riciclati come cartone, legno, metallo. Alla base di questa scelta operativa è il rispetto per ciò che è pubblico e dunque appartenente alla collettività. Le opere di Mr. Savethewall sono la combinazione e la giustapposizione di messaggi presentati secondo la forma semantica dello slogan, e immagini realizzate con spray e stencil che ritraggono oggetti, atteggiamenti o personaggi attinti dal panorama sociale, mediatico, politico ed economico. Della "Street Art" Mr. Savethewall condivide la realizzazione di opere dai costi accessibili e quindi indirizzati a un pubblico più vasto ed eterogeneo. “CriminArt” non intende essere una galleria concepita e operante secondo schemi tradizionali, ma si propone di diventare un laboratorio di progetti, aperta alla circolazione, alla condivisione e alla trasmissione di idee.

In particolare, Mr. Savethewall ha il progetto più ampio di far collaborare imprenditori ed artisti, come già sta avvenendo per la “Sprayparade: La parata delle bombolette d’autore”. Per valorizzare il talento di giovani che si occupano di sviluppare espressioni artistiche contemporanee, ha pensato di realizzare, grazie al prezioso apporto di artigiani tornitori di Mariano Comense, delle bombolette spray di legno. Identiche per forma e dimensioni alle comuni bombolette spray che si trovano in commercio (inclusi i tappi di plastica riciclati da bombolette esaurite o dismesse), queste nuove bombolette lignee, oltre a divenire originali mezzi espressivi, potranno essere personalizzate secondo i gusti di ogni singolo artista, diventando così, veri e propri oggetti di design. Le prime “bombolette d’autore” saranno visibili e disponibili il giorno dell’inaugurazione e, ai primi 100 clienti, Mr. Savethewall regalerà una bomboletta lignea di una edizione limitata, realizzata dai tornitori Somaschini di Mariano Comense.

È doveroso ricordare che il nome “Criminart” attribuito alla galleria riprende il titolo della prima bomboletta realizzata da Mr. Savethewall. La “Sprayparade”, tuttavia, è solo il primo passo per il più ampio orizzonte di una collaborazione tra artisti e imprenditori. Questa cooperazione, oggi definita “rete d’impresa”, ma che i writer chiamerebbero “combo”, potrebbe estendersi a diversi ambiti imprenditoriali locali e internazionali, con un’attenzione particolare per il tessile, l’arredamento e il design. Per il settore del legno, ad esempio, Mr. Savethewall ha elaborato un progetto che, grazie agli imprenditori canturini, potrà diventare realtà: la reinterpretazione dell’arredamento in chiave street… ma è solo l’inizio. L’inaugurazione sarà condotta da Andrea Parravicini, critico d’arte che si è laureato in Storia dell’Arte Contemporanea presso la Columbia University di New York.
Si parla di

Video popolari

Mr. Savethewall, il colletto bianco che sfida la crisi con l'arte

QuiComo è in caricamento