Esercito di Ma-Donne contro la violenza: mostra allo Spazio Ratti

Ma-donne, in mostra un esercito di donne contro la violenza. È questa la suggestiva installazione dell’artista Bios Vincent che verrà inaugurata sabato 30 novembre allo Spazio Culturale Antonio Ratti di Como. L’artista, da sempre attento alle...

Ma-donne, in mostra un esercito di donne contro la violenza. È questa la suggestiva installazione dell’artista Bios Vincent che verrà inaugurata sabato 30 novembre allo Spazio Culturale Antonio Ratti di Como. L’artista, da sempre attento alle tematiche sociali, decide di trattare un tema delicato come quello della violenza sulle donne mettendo al centro la sacralità della figura femminile violata nel suo corpo e nell’anima.

L’installazione è composta da 3 installazioni e 12 pale d’altare inserite nella cornice dell’ex chiesa di San Francesco a Como. Bios Vincent torna ad esporre a Como dopo essere stato invitato lo scorso anno proprio a proposito di un progetto legato alla violenza sulle donne. “Una proposta che è arrivata da alcune donne del consiglio comunale di Como – ha dichiarato Luigi Cavadini, assessore alla Cultura del Comune di Como – La mostra di Bios Vincent ha il patrocinio del Comune”.

Protagonista della mostra è proprio l’installazione MA-DONNE: un esercito di 169 Madonne trafitte da chiodi che vogliono rappresentare le donne che ogni giorno subiscono violenza dai propri uomini, mariti, amanti, padri e fidanzati. Al centro dell’installazione una madonna rossa senza alcun segno di violenza. “Questa madonna rossa al centro rappresenta il sangue, la vita”, ha commentato l’artista.

Sopra questo esercito femminile di madonne trafitte sorvola uno stuolo di farfalle di carta: l’opera dell’artista cinese Wang Pan, compagna anche nella vita di Bios Vincent, vuole essere un richiamo a quel processo di trasformazione che porta alla bellezza intesa come purezza, alla leggerezza e al pensiero. Bios Vincent ha voluto che fossero le donne comuni le co-protagoniste della performance Ma-donne: a partire dal giorno dell’inaugurazione, l’artista sceglierà le foto di 169 donne che creeranno un esercito di Madonne in dialogo con quelle in gesso, fatte però di volti veri, segno di una società femminile che vuole mettere la propria faccia nella lotto contro la violenza. L’artista interverrà poi su queste foto con degli spari, un gesto a simboleggiare la violenza che subiscono queste donne. Allo stesso tempo su queste immagini si poserà una farfalla come simbolo di speranza.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a mercoledì 8 gennaio, dal martedì al venrdì dalle 15 alle 19 e dal sabato alla domenica dalle 10 alle 19.

Si parla di

Video popolari

Esercito di Ma-Donne contro la violenza: mostra allo Spazio Ratti

QuiComo è in caricamento