Videomessaggio: #ioleggoperché. La carica dei 100, venerdì in Feltrinelli

"Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino: noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro...

 

"Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino: noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento, ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ci tengono in vita".

Abbiamo amato e aspettato ogni giorno un uomo come John Keating, Robin Williams, docente di letteratura nel più grande film generazionale del secolo scorso: L'attimo fuggente. E, in definitiva, lo abbiamo incontrato: il fatto che sia un personaggio di celluloide non lo fa meno vero di Achab, Aureliano Buendia, Oliver Twist, Tertuliano Máximo Afonso o Tom Sawyer. E se leggiamo e scriviamo poesie, forse lo dobbiamo anche a quel magnifico signore. Questo è un modo per dire #ioleggoperché.

Manca pochissimo all'iniziativa nazionale che venerdì approderà anche in Feltrinelli a Como. Qui e Qui tutti i dettagli. Intanto oggi una tappa di avvicinamento all'evento con l'attore comasco Stefano Dragone che interpreta "Perché la letteratura ci aiuta a vivere meglio" di Alain De Botton.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento