Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Settant'anni da Auschwitz: Como rende onore ai suoi cittadini perseguitati

Oggi a Villa Olmo si è celebrato il Giorno della Memoria. Quest’anno infatti sono 70 anni dall’apertura dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz. “Le immagini sconvolgenti che si sono trovati davanti i soldati sovietici all’apertura...

Oggi a Villa Olmo si è celebrato il Giorno della Memoria. Quest’anno infatti sono 70 anni dall’apertura dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz. “Le immagini sconvolgenti che si sono trovati davanti i soldati sovietici all’apertura dei cancelli di quel campo di sterminio, sono ancora vive dentro tutti noi. Se vogliamo che quella barbarie non si ripeta più è necessario conoscere, studiare e vedere i luoghi della memoria. Auschwitz è per noi il nome che riassume l’intera serie di crimini commessi dal nazionalsocialismo in nome di un’ideologia perversa nel tentativo di distruggere un intero popolo.” Questo è parte del discorso del sindaco di Como Mario Lucini. In occasione del Giorno della Memoria, sono state consegnate medaglie d’onore ai cittadini italiani dei militari civili, deportati e internati nei lager nazisti e ai famigliari dei deceduti residenti in provincia di Como: Michele Cirneco, Pietro Leonuro, Antonio Pensa. Infine è stata consegnata una targa anche a Ines Figini comasca sopravvissuta alla deportazione nei lager di Mauthausen, Auschwitz-Birkenau e Ravensbrück.

Si parla di

Video popolari

Settant'anni da Auschwitz: Como rende onore ai suoi cittadini perseguitati

QuiComo è in caricamento