Lunedì, 14 Giugno 2021

Quattro università unite: nasce la Scuola di Como

Nasce la Scuola di Como, il collegio di merito della città, grazie alla sinergia tra Univercomo e gli istituti di alta formazione comaschi, dedicata ai giovani di talento che abbiano voglia di mettersi in gioco. È stato, infatti, firmato questa...

Nasce la Scuola di Como, il collegio di merito della città, grazie alla sinergia tra Univercomo e gli istituti di alta formazione comaschi, dedicata ai giovani di talento che abbiano voglia di mettersi in gioco. È stato, infatti, firmato questa mattina il protocollo tra Univercomo, l’Accademia Aldo Galli, il Conservatorio di musica, il Politecnico di Milano – Polo territoriale di Como e l’Università degli Studi dell’Insubria. “Una scuola che ha avuto innanzitutto il merito di mettere insieme le quattro università della nostra città e di costringerle piacevolmente a lavorare insieme per costruire qualcosa di ambizioso per i più giovani - ha spiegato il vicesindaco Silvia Magni - Questo progetto si propone di investire sui giovani e di offrire loro un’occasione di crescita e di formazione”.

Presente in occasione della nascita del collegio emerito anche il direttore della Scuola di Como Giacomo Castiglioni: “Una collaborazione che nasce essenzialmente seguendo due linee guida, la ricerca di studenti particolarmente meritevoli e la crescita della città di Como dal punto di vista culturale e scientifico”. “Nuovi orizzonti per il futuro” è il motto scelto dalla Scuola che vedrà come filo conduttore dell’intero anno accademico il tema “sulle spalle dei giganti”. Ora alla Scuola di Como spetta il compito più difficile, quello di scegliere i suoi Allievi, 13 ragazze e 5 ragazzi con una varietà di competenze straordinarie hanno chiesto di essere ammessi al collegio. I ragazzi che risulteranno idonei alla selezione verranno presentati alla città la sera del 27 settembre alle ore 19, in Piazza Verdi, all’apertura delle attività serali di MEETmeTONIGHT – La Notte dei Ricercatori, un grande evento che si svolgerà simultaneamente in più di 300 città in tutta Europa e che permetterà al pubblico di entrare in contatto con la ricerca in un modo diverso dal solito. Non resta che aspettare e vedere chi saranno i futuri artisti, musicisti, scienziati e umanisti che avranno il privilegio di formarsi in questo collegio.

Si parla di

Video popolari

Quattro università unite: nasce la Scuola di Como

QuiComo è in caricamento