Martedì, 15 Giugno 2021

Il sindaco: "Con i posti gialli in piazza Roma meno inquinamento"

"Sono convinto che anche solo la trasformazione dei posti blu in posti gialli in piazza Roma e la nuova distribuzione dei posti blu costituisca già un beneficio per l'inquinamento della città". Si è concluso su questa frase del sindaco Mario...

"Sono convinto che anche solo la trasformazione dei posti blu in posti gialli in piazza Roma e la nuova distribuzione dei posti blu costituisca già un beneficio per l'inquinamento della città". Si è concluso su questa frase del sindaco Mario Lucini, ultimo a intervenire, la lunga seduta del consiglio comunale aperto di ieri sera che ha visto la partecipazione e gli interventi di numerosi rappresentanti di categorie e associazioni. I temi su cui si è dibattuto sono stati i posteggi e la nuova Ztl.

Nel corso della serata sono state espresse critiche alle scelte politiche dell'amministrazione Lucini in fatto di viabilità e mobilità, ma anche plausi e suggerimenti. Categorie come i commercianti hanno attaccato la scelta di eliminare i posti blu a pagamento da piazza Roma, ma altre associazioni, per esempio Iubilantes e Legambiente, hanno considerato tale provvedimento corretto per una città che deve ridurre il traffico e abbattere l'inquinamento.

Dopo avere ascoltato cittadini e consiglieri comunali il sindaco Lucini ha chiarito, o meglio ribadito, quali siano gli obiettivi del suo mandato per quanto riguarda la mobilità, e lo ha fatto prendendo proprio spunto da piazza Roma e dall'estensione della Ztl: "Abbiamo voluto soddisfare le richieste di posti auto dei residenti perché vogliamo una città fatta anche per i residenti; con i nuovi posti blu abbiamo incentivato la rotazione della sosta perché vogliamo una città più accessibile, a favore di turismo e commercio; abbiamo pensato a promozioni per la sosta prolungata fuori città per i lavoratori pendolari promuovendo vantaggiose offerte per l'utilizzo dei mezzi pubblici". Lucini ha poi detto: "Riempire l'autosilo Valmulini evitando che 400 auto raggiungano il centro porterebbe grande beneficio alla città. Dobbiamo impegnarci per raggiungere questo risultato".

Mario Lavatelli Peverelli (Associazione civica utenti della strada) ha contestato la mancanza di dialogo e partecipazione dei cittadini nella decisione di ampliare la Ztl e togliere i posteggi blu per trasformarli in posti per sidenti: "Il sindaco in una lettera ci ha motivato la decisione di allargare la Ztl affermando che c'erano tante richieste da parte dei residenti di avere un posto auto riservato e che andavano soddisfatte. Ma una recente sentenza del Tar ha motivato le Ztl delle città con esigenze di prevenzione degli inquinamenti e di tutela del patrimonio artistico, ambientale e naturale, motivazioni che non hanno nulla a che vedere con la necessità di dare posti auto ai residenti".

Giorgio Verga, negoziante del centro iscritto a Confcommercio, si è detto anche lui contrario alla rivoluzione di piazza Roma: "I posteggi sono importanti per città turistica, ma la nostra città ne è sempre stata carente. L'eliminazione di altri posti porterà a un allontanamento di visitatori e di potenziali clienti".

Vittorio Noseda, del Comitato Residenti Zona 2, ha invece sostenuto le scelte dell'amministrazione e ha poi suggerito: "Per attenuare i disagi per la soppressione dei posti blu in piazza Roma si potrebbero trasformare in blu quelli gialli attigui ai giardini Maggiolini".

Claudio Casartelli, presidente di Confesercenti, ha espresso "la preoccupazione del settore del commercio". "Su certi temi l'amministrazione non può sbagliare, certi errori si ripercuotono sulle economie di tante attività. Siamo preoccupati, non si pensa a potenziare le alternative all'auto prima di adottare certi provvedimenti. Il divieto di transito al mattino in via Milano si è rivelato fallimentare, ha penalizzato gli esercenti della via e favorito lo smog in via Grandi dove viene deviatoil traffico".

Michele Marciano (Legambiente): "Como è una città che soffoca nell'inquinamento, e appena vi si giunge si vuole fuggire subito. L'amministrazione ha il dovere di provare a risolvere questo problema".

Ambra Garancini (associazione Iubilantes): "Il mondo va scoperto a piedi. La via su cui si sta muovendo l'Europa è quella del turismo sostenibile, il successo del muoversi lentamente, a piedi e bicicletta, cresce sempre di più".

Marco Ponte (La Città Possibile): "Si pensa che tutto sia da raggiungere in macchina, ma ciò vale solo per andare a casa. Bisogna ridurre traffico e riqualificare vie e piazze e incrementare il trasporto pubblico per renderlo più competitivo in modo che venga spontaneo preferirlo alle auto".

Si parla di

Video popolari

Il sindaco: "Con i posti gialli in piazza Roma meno inquinamento"

QuiComo è in caricamento