Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gioco d'azzardo, al supermercato le cassiere propongono il gratta e vinci

La cassiera chiede al cliente: "Vuole acquistare un gratta e vinci?". E perché non un pacco di biscotti? La segnalazione di un nostro lettore ci ha spinto ad approfondire con una piccola inchiesta il tema del gioco d'azzardo. Abbiamo verificato...

La cassiera chiede al cliente: "Vuole acquistare un gratta e vinci?". E perché non un pacco di biscotti?

La segnalazione di un nostro lettore ci ha spinto ad approfondire con una piccola inchiesta il tema del gioco d'azzardo. Abbiamo verificato che effettivamente in alcuni supermercati comaschi al momento di pagare la cassiera, appena prima di emettere lo scontrino, propone al cliente di acquistare un gratta e vinci. "Le interessa un gratta e vinci?". "Se le interessa abbiamo i gratta e vinci". Sembra il tentativo di invogliare il consumatore a spendere pochi o tanti euro che siano per tentare la sorte con una "grattatina" nella speranza di vincere un po' di soldi. Abbiamo visto che a volte anche chi rifiuta su due piedi di comprare un tagliando da grattare dopo pochi secondi ci ripensa: "Massì, me ne dia uno da 5 euro". Sulla regolarità e legalità del comportamento delle cassiere (forse incitato dalla direzione dei supermercati) non c'è nulla da dire. Per quanto ci risulta è tutto legale. Ma la dottoressa Raffaella Olandese, direttrice del dipartimento dipendenze dell'Asl ed esperta di ludopatie, ha parlato di fenomeno "preoccupante", soprattutto in relazione al fatto che il supermercato è un luogo frequentato molto spesso da famiglie. Attualmente esistono leggi che limitano l'accesso al gioco d'azzardo proprio per tutelare i minori. A parte il limite d'età dei 18 anni per potere acquistare un gratta e vinci o giocare ad altri giochi d'azzardo, esistono norme come la distanza minima (500 metri) entro la quale non è possibile collocare videopoker e slot vicino alle scuole. Trovare il gratta e vinci nel supermercato sembra un po' una contraddizione, se si considera il fatto che i bambini possono interpretare come una cosa normale il fatto che mamma o papà ne comprino uno. "Non succede solo al supermercato, ma anche in posta - ha spiegato la dottoressa Olandese -. Secondo me il comportamento delle cassiere che propongono i gratta e vinci dovrebbe essere segnalato alle autorità locali che hanno possibilità di legiferare in merito al gioco d'azzardo". Silvana Brenna, presidente di Federconsumatori di Como, definisce il gratta e vinci "una droga leggera". "Sembra una cosa soft, che non induce in errate valutazioni - ha commentato - ma proprio per questo può essere l'anticamera di qualcosa di peggio. Offrire il gratta e vinci è secondo me una forma di pubblicità indotta del gioco d'azzardo".
Si parla di

Video popolari

Gioco d'azzardo, al supermercato le cassiere propongono il gratta e vinci

QuiComo è in caricamento