Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapina a Cadorago, in banca con ostaggi: arrestati sul fatto

Arrestati due rapinatori mentre cercavano di portare a segno il colpo nella filiale della Banca di Desio in via Mameli a Cadorago. Intorno alle 9 di questa mattina (12 dicembre 2013) due uomini di 47 e 48 anni di Milano sono entrati nella banca...

Arrestati due rapinatori mentre cercavano di portare a segno il colpo nella filiale della Banca di Desio in via Mameli a Cadorago. Intorno alle 9 di questa mattina (12 dicembre 2013) due uomini di 47 e 48 anni di Milano sono entrati nella banca indossando barba e capelli finti. Hanno estratto una pistola e un coltello e hanno bloccato tre clienti presenti in quel momento. Con le minacce si sono fatti consegnare i soldi contenuti nella cassaforte. A questo punto la prontezza dei dipendenti della banca è stata determinante: mentre, infatti, il dipendente incaricato di riporre i soldi nella borsa dei rapinatori ha introdotto anche due mazzette civetta, un altro dipendente ha fatto scattare l'allarme silenzioso della banca.

La centrale operativa della compagnia dei carabinieri di Cantù è stata, quindi, immediatamente raggiunta dall'allarme. Sono state fatte convergere quanti più carabinieri possibil i nei pressi della banca, chiudendo anche ogni possibile via di fuga ai malviventi. Sul posto sono giunti militari di Lomazzo, Fino Mornasco, Appiano Gentile e Cermenate, oltre a personale del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cantù. All'arrivo dei militari nella zona della rapina i malviventi erano ancora in banca, ignari che all'esterno ci fossero già i carabinieri. Uno dei rapinatori, infatti, terminata la rapina, è uscito dalla banca con il bottino (9.200 euro) e tenendo sotto braccio una cliente quale ostaggio, quasi dando le spalle alla porta. Appena uscito ha visto i militari e si è gettato nuovamente dentro la banca. A quel punto i due rapinatori, minacciando gli ostaggi, hanno preteso che i carabinieri si allontanassero, ma le mazzette civetta, attivate dai dispositivi elettronici di cui sono dotati, sono esplose. I rapinatori hanno capito che non restava che arrendersi. I carabinieri, pertanto, hanno fatto ingresso in banca e hanno arrestato i due malviventi e salvato gli ostaggi.

I rapinatori sono B. O.M.C., quarantottenne milanese, con un passato da rapinatore già dagli anni '80 e un mandato di cattura per scontare 3 anni e 16 giorni per delle rapine commesse a Milano nel 2010. L'altro rapinatore è T.M., nato a Venezia nel 1966 ma da molti anni a Milano, anch'egli con un mandato di cattura per scontare 6 anni, 1 mese e 24 giorni di carcere per rapine e spaccio di stupefacenti nel Milanese. I due rapinatori sono stati portati al carcere Bassone di Como a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

Video popolari

Rapina a Cadorago, in banca con ostaggi: arrestati sul fatto

QuiComo è in caricamento