Barriere antirumore, il presidente di Pedemontana promette una soluzione alternativa

I residenti di via San Bernardino da Siena forse ce l'hanno fatta: le loro richieste saranno esaudite, almeno in parte. Le barriere antirumore in cemento posizionate davanti alle loro case non potranno essere rimosse del tutto ma saranno...

 

I residenti di via San Bernardino da Siena forse ce l'hanno fatta: le loro richieste saranno esaudite, almeno in parte. Le barriere antirumore in cemento posizionate davanti alle loro case non potranno essere rimosse del tutto ma saranno ridimensionate e in parte sostituite con pannelli trasparenti. A prometterlo è stato questa mattina il presidente di Pedemontana, Salvatore Lombardo, durante il sopralluogo effettuato con i tecnici della società.

Lombardo ha ascoltato la viva voce di alcuni residenti e si è reso conto di persona del pessimo risultato estetico delle barriere antirumore installate lungo il tratto della nuova tangenziale che costeggia via San Bernardino da Siena. "Siamo sempre molto attenti alle istanze dei cittadini - ha commentato Lombardo - e questa problematica sollevata non è stata un capriccio. Quindi valuteremo una soluzione alternativa che garantisca l'efficacia della funzione fonoassorbente e un impatto estetico minore".

Al sopralluogo erano presenti anche l'assessore comunale all'Ambiente Bruno Magatti e il consigliere regionale Francesco Dotti (FdI). I residenti per il momento si sono detti rasserenati dalle garanzie del vertice di Pedemontana. Ora attendono di vedere concretizzate le promesse: aspettano che torni a filtrare un po' di luce da dietro il muraglione che oscura la facciata del palazzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento