rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cambio stagione

Stanchezza di primavera addio: i consigli e i rimedi naturali per il sistema immunitario

La primavera porta con sé stanchezza e fatica: ecco i consigli e i rimedi naturali per rafforzare il sistema immunitario e combattere la stanchezza primaverile

L'arrivo della primavera porta con sé le giornate più lunghe e l’entusiasmo e l’energia della luce del sole, ma, per moltissime persone, è anche associato a stanchezza, sonnolenza e affaticamento.

I cambi di stagione, infatti, rappresentano una fonte di stress per il nostro organismo, che necessita di nutrienti e di un sostegno adeguato per affrontare queste transizioni.

A questo proposito, gli esperti di NATURALSALUS, la start up del gruppo IMO Spa proprietaria del brevetto esclusivo Bioenergetic EXTRACTION, ci forniscono importanti consigli per affrontare le sfide del cambio stagione e ci illustrano le proprietà dei principi attivi vegetali ad azione antiossidante, anti-age, depurativa, importanti rimedi naturali per di rafforzare il sistema immunitario. 

Perché in primavera ci sentiamo stanchi?

Con l’arrivo della primavera, tantissime persone tendono a sentirsi stanche, senza forze, sonnolenti, con sbalzi d’umore e mancanza di concentrazione. Una situazione molto comune chiamata “mal di primavera”, o stanchezza primaverile, e causata dal fatto che il nostro organismo non riesce a prepararsi gradualmente al cambio di stagione, alle giornate più lunghe e all’ora legale.

Anche se rappresenta un disturbo passeggero, la stanchezza primaverile può peggiorare la qualità della vita e rendere difficoltoso lo svolgimento delle normali attività. In assenza di specifici problemi di salute, la stanchezza primaverile è principalmente dovuta ai cambiamenti climatici del cambio di stagione, che influiscono sull’organismo. Ad esempio, le cosiddette persone ‘meteoropatiche’ risentono maggiormente degli sbalzi di temperatura improvvisi che caratterizzano i cambi di stagione, ai quali l’organismo si trova impreparato, avvertendo disturbi che possono interferire con le proprie abitudini e con il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Per combattere la stanchezza primaverile è possibile ricorrere a rimedi naturali e integratori alimentari che aiutino il nostro organismo ad affrontare questo periodo. Ad esempio, possono risultare utili quegli integratori a base di aminoacidi (ma anche creatina, carnitina o glutatione), vitamine e sali minerali, ma anche rimedi naturali quali ginseng, eleuterococco, guaranà, pappa reale, polline d’api, propoli, miele, lecitina di soia e olio di germe di grano.

Come aiutare l’organismo in primavera

1. Praticare attività fisica regolarmente

L’esercizio è alla base di un corpo sano, e lo stile di vita moderno è generalmente sedentario. Per questo si consiglia un’attività moderata ma regolare, anche camminare quotidianamente con passo deciso oppure praticare sport più intenso almeno un’ora e mezza/due settimanali.

2. Curare la propria alimentazione

Deve essere completa. No a zuccheri e grassi, e nemmeno cibi processati. Sì invece a cibi freschi, ricchi di omega 3, proteine, cereali integrali, verdure a foglia verde, pomodori, e ovviamente frutta e verdura in generale.

La dieta anti-stanchezza: ecco cosa non deve mai mancare a tavola

3. Idratarsi

Fondamentale assumere sempre una quantità di acqua non inferiore a 1,5 l, soprattutto con l’aumentare delle temperature

4. Vestirsi a strati

Il classico metodo a cipolla non sbaglia mai, soprattutto in primavera e autunno quando gli sbalzi termici sono all’ordine del giorno e il meteo imprevedibile.

5. Stare all’aria aperta

Passeggiate, giri in bici, gite fuori porta. Arriva il momento di uscire dalla routine della stagione fredda e godere della natura.

6. Proteggersi dal sole

Anche se non sembra, in primavera l’indice UV inizia ad essere più alto, per questo è bene utilizzare una crema con protezione e occhiali da sole.

7. No stress

I ritmi iniziano ad essere più frenetici, imparare a dire di no e non pretendere troppo da sé sono i primi passi per non soccombere al cambio stagione.

8. Dormire bene

Il sonno è fondamentale per la tranquillità e il benessere fisico. A causa del cambio dell’ora e dell’aumento delle ore di sole, potrebbero esserci dei cambi nei bioritmi che ostacolano un riposo di qualità, per cui è bene prestarvi attenzione ed eventualmente prendere provvedimenti.

9. Integrare correttamente   

La natura offre diversi alleati per prendersi cura del proprio corpo durante questo momento di cambio, quando non è possibile assumere tutto tramite l’alimentazione, si può ricorrere a cicli di cure con integratori.

I rimedi naturali per il sistema immunitario

  • Sulforafano

Il Sulforafano è un potente antiossidante naturale in grado di distruggere i radicali liberi, aumenta la produzione di molecole antiossidanti (grazie all’azione del gene Nfr2), induce l’attività degli enzimi disintossicanti di fase 2 grazie ai i quali le cellule eliminano i composti tossici e si proteggono dai danni ossidativi. Ha importanti proprietà antinfiammatorie.

In natura lo si ritrova in diverse specie vegetali, come nelle piante alla famiglia delle crucifere quali ad esempio broccoli, cavoli e cavolini di Bruxelles.

  • Sodio Ialuronato

Acido Ialuronico di origine vegetale: Acido Ialuronico di origine vegetale. Crea un beneficio nell’idratazione ed elasticità cutanea e tissutale in genere (da una diminuzione della profondità delle rughe, a una migliore mobilità articolare), oltre che agire a livello delle mucose garantendo un'azione emolliente e lenitiva. Il principio attivo è assimilato più facilmente dall’organismo.

  • Echinacea

Risulta estremamente efficace nello stimolare le naturali difese immunitarie, accorciando i tempi di guarigione nei malanni stagionali tipici.

  • Trans-Resveratrolo (deriva dall’uva e dal vino rosso)

Da anni considerato uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura, ed è in grado di proteggere il sistema cardiovascolare.

  • Zenzero

Possiede proprietà antiossidanti e antimicrobiche. Aiuta a prevenire lo stress ossidativo ed esercita un’attività antibatterica e antivirale. I gingeroli e gli shogaoli aiutano a combattere i disturbi respiratori esercitando un’azione broncodilatatrice e antinfiammatoria e promuovendo il rilassamento della muscolatura delle vie aeree.

  • Olivello spinoso

Apporta alti valori di vitamina C e di carotenoidi; è un antiossidante per eccellenza, rinforza il sistema immunitario.

  • Moringa oleifera

Noto superfood, in grado di apportare micro e macro nutrienti fondamentali, ha anche un notevole potenziale antiossidante grazie al contenuto in polifenoli, vitamina C, vitamina E e carotenoidi; ha un’azione depurativa sull’organismo.

  • Rosa canina

Possiede proprietà antiossidanti ed esercita un’azione antibatterica grazie al contenuto in acido ellagico. Vanta un elevato tenore di acido ascorbico (o vitamina C) essenziale per neutralizzare i radicali liberi e rafforzare le naturali difese dell’organismo.

  • Schisandra

Bacca nota in TCM (medicina tradizionale cinese) per la caratteristica di contenere i 5 sapori, è molto apprezzata per le sue proprietà depurative, antiossidanti, rigeneranti ed energetiche.

  • Acerola

Possiede il più elevato contenuto al mondo in acido ascorbico. Esercita un’azione antimicrobica, mentre la vitamina C rafforza il sistema immunitario modulando le risposte innate e adattative. L’acido ascorbico sostiene la funzione di barriera epiteliale contro gli agenti patogeni e aiuta a scongiurare affezioni del tratto respiratorio.

  • Astragalo

Stimola le difese immunitarie e in particolare la linea dei macrofagi deputati alla captazione ed eliminazione delle cellule danneggiate o infettate; risulta molto utile nel ridurre i tempi di guarigione in malanni virali, mentre può essere una preziosa risorsa in malattie croniche o autoimmuni, favorendo e potenziando i meccanismi fisiologici deputati all’allontanamento dell’agente causale.

  • He Shou Wu

Il Poligonum Multiflorum, conosciuto nella TCM (medicina tradizionale cinese) come He Shou Wu, vanta innumerevoli proprietà che hanno dato origine a leggende di sopravvivenza e longevità acquisite in condizioni limite; anche la scienza moderna ha confermato le proprietà antiossidanti, antiage, epatoprotettive, toniche, energetiche di questa pianta.

  • Lapacho

Pianta in grado di stimolare le difese immunitarie e contemporaneamente ricca di componenti ad azione antimicrobica, i naftochinoni, in grado di contrastare lo sviluppo di vari ceppi batterici; favorisce quindi il ripristino delle condizioni di salute in presenza di malanni stagionali accompagnati da bronchiti o altre affezioni sovrapposte.

  • Sambuco

Esercita un’azione antivirale riconducibile al contenuto in antociani. È ricco di flavonoidi, composti polifenolici e polisaccaridi immunostimolanti in grado di inibire l’agente patogeno. Il legame tra flavonoidi e virioni rende il virus inerte per l’ospite. I polisaccaridi peptici contenuti nei frutti e nei fiori interagiscono con il sistema immunitario attraverso la stimolazione dei macrofagi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanchezza di primavera addio: i consigli e i rimedi naturali per il sistema immunitario

QuiComo è in caricamento