Risk manager: ecco il medico che si occupa della sicurezza durante le cure

All'Asst Lariana è la dottoressa Anna Sannino. Ecco cosa fa e perchè è importante conoscere il suo lavoro

Negli ospedali del comasco c'è un medico un po' diverso dagli altri, un dottore che non visita ma che è comunque importantissimo per migliorare la qualità e la sicurezza di tutti i ricoverati: si tratta del risk manager, una figura istituita a partire da una direttiva dell'Organizzazione mondiale della sanità, che, ci spiega la dottoressa Anna Sannino, che veste questo ruolo per la Asst Lariana: “identifica, analizza, valuta, comunica e monitora i rischi delle attività sanitarie, sociosanitarie e amministrative. L'obiettivo è fornire all'organizzazione metodi e strumenti per riconoscere e fronteggiare le difficoltà durante le cure. I punti di forza sono gli addetti all'unità operativa Miglioramento qualità e risk management e tutte le persone che collaborano con me nei vari settori dell'azienda e in ospedale".

Anna Sannino-3

E proprio per aiutarci a capire di cosa esattamente si occupi il risk manager, da oggi, 17 settembre, in occasione della Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, istituita sempre dall'Oms, la Asst lariana ha ideato un manifesto e delle locandine da appendere nei vari reparti dei nostri ospedali. Identificazione del paziente, utilizzo dei farmaci, sicurezza in tutti gli ambienti, compresa la sala operatoria. Ma anche, e soprattutto, la prevenzione. Quindi grande attenzione ai rischi di caduta, all’abuso di sostanze da parte dei giovani. Tema purtroppo caldissimo è anche quello della violenza contro gli operatori, che negli ultimi anni è stata spesso sulle prime pagine dei giornali, ecco perché il risk manager impegna tante delle sue energie nello studio di soluzioni che possano abbattere la possibilità degli assistiti di nuocere a chi li vorrebbe aiutare. Conclude Sannino: “Tutti gli operatori sono tenuti ad applicare procedure per la sicurezza propria e dei pazienti. Fondamentale è anche la collaborazione del paziente e dei suoi familiari. Chi entra in ospedale può contribuire al mantenimento di un ambiente sicuro. Come? Seguendo le indicazioni che vengono date al momento dell'ingresso e adottando un comportamento rispettoso verso il personale e l'ambiente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rivoluzione in Svizzera: primo sì alla "vignetta elettronica" dell'autostrada

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Nuova stella Michelin per Vincenzo Guarino de L'aria di Blevio

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e sul lago

  • I 6 negozi dove acquistare le più belle decorazioni per Natale

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

Torna su
QuiComo è in caricamento