Sabato, 23 Ottobre 2021
Coronavirus

Oggi il monitoraggio del ministero della Salute, Como e la Lombardia puntano a rimanere zona gialla

Ne è convinto anche il presidente Fontana ma la certezza arriverà solo nel pomeriggio

La Lombardia punta a restare ancora alla zona gialla anche per la prossima settimana. I numeri della pandemia del coronavirus nel territorio regionale sembrano sotto controllo e, per il momento, la zona arancione sembra lontana. Ne è fermamente convinto anche il governatore Attilio Fontana: "La nostra situazione è sempre migliore, gradualmente ma costantemente i numeri migliorano, per cui sono convinto che verrà confermata la zona gialla", ha detto a Sky Tg24.

Le regole in zona gialla spiegate

Il report dell'Iss sui colori venerdì pomeriggio

Il report dell'Iss di venerdì 7 maggio non dovrebbe rappresentare un grosso rischio per la Lombardia, che - salvo sorprese al momento difficili da pronosticare - resterà in zona gialla per almeno un'altra settimana. I paramenti di rischio, infatti, restano sempre gli stessi: i 250 casi su 100mila abitanti e l'indice Rt sopra 1 e in entrambi i casi la regione "sta bene". 

Le riaperture, infatti, per ora non hanno impattato sui bollettini quotidiani, che confermano un trend in discesa della curva epidemiologica. Dati alla mano, i reparti degli ospedali continuano a svuotarsi e il rapporto tra casi testati e nuovi positivi è sempre in calo. Mercoledì 5 maggio, ultimo bollettino disponibile, il 3% dei test era risultato positivo e in ospedale c'erano 3.188 persone nei reparti ordinari e 519 nelle terapie intensive, numeri comunque in calo rispetto ai giorni precedenti.

Le regole valide in zona arancione

I colori delle Regioni in Italia

Sono cinque invece le regioni che dovrebbero cambiare colore a partire da lunedì 10 maggio con le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza. Oggi, dopo il report dell'Istituto di Sanità e del ministero della Salute, la Valle d'Aosta, unica zona rossa rimasta, ha la chance di passare in arancione e raggiungere così la Sardegna e la Sicilia.

Per la Basilicata, la Calabria e la Puglia invece si pronostica un ritorno alla zona gialla. Arriveranno così a 53 milioni gli italiani che si troveranno nelle aree con minori restrizioni e dove sono aperti bar, ristoranti, cinema e teatri.

Sempre secondo i pronostici il monitoraggio che arriverà nelle prossime ore confermerà sostanzialmente i dati delle ultime settimane: la curva dei contagi continua a scendere lentamente, con l'Rt che resta stabile attorno a 0,85 a livello nazionale. Attualmente sono 15 le regioni in zona gialla, 5 le regioni in zona arancione e solo una in fascia rossa, la Valle d'Aosta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi il monitoraggio del ministero della Salute, Como e la Lombardia puntano a rimanere zona gialla

QuiComo è in caricamento