Maltempo a Como: 120 interventi nella notte

Vigili del fuoco impegnati in tutta la provincia per alberi caduti e danni causati dalla pioggia e dal vento anche per tutta la giornata di martedì 30 ottobre

Alberi caduti sulla Vecchia Regina a Carate Urio

Notte di intenso lavoro per i vigili del fuoco per i danni causati dal maltempo a Como e provincia, quella tra lunedì 29 e martedì 30 ottobre 2018. Fortissima l'ondata di maltempo che ha spinto la Regione Lombardia a dichiarare lo stato di allerta massima in codice rosso e che già dalle prime ore di lunedì ha causato numerosi danni in tutta la provincia.


120 gli interventi di soccorso portati a termine dagli uomini del Comando provinciale lariano soprattutto a causa di alberi caduti e danni d'acqua. Moltissime le piante abbattute a causa della forte pioggia di lunedì cui nella notte è subentrato il vento. Alberi sradicati e finiti sulla strada o su cavi enel o della linea telefonica.
Tra le zone più colpite risultano quelle sulla Regina Vecchia, in particolare i comuni di Laglio, Moltrasio e Carate Urio: qui due grossi cipressi sono caduti sulla strada costringendo alla chiusura della strada per le operazioni di rimozione e messa in sicurezza. Arteria poi riaperta in mattinata.

A Dizzasco il maltempo ha abbattuto un albero e un traliccio, mentre altri interventi sono segnalati nella zona di Canzo. Qui sorvegliato speciale è il torrente Ravella, fortemente ingrossato dalla pioggia. Ripercussioni anche sul livello del lago di Como tanto che lunedì sera il Consorzio dell'adda ha informato che aprirà completamente il sistema di dighe per favorire il deflusso del lago.
Lago che resta monitorato con Polizia locale e Protezione civile pronti a entrare in azione in caso di esondazione: martedì l'acqua era già a livello del marciapiede in piazza Cavour e il comune ha montato le passerelle per i pedoni.

Colpito anche il canturino, con strade allagate e trasformate in torrenti.

Video: le impressionanti immagini delle strade come fiumi a Cantù

Nella prima mattina di martedì 30 ottobre 2018 ai vigili del fuoco restavano da espletare circa 20 richieste di intervento, alcuni a Brunate e altri a Como nelle zone di Rebbio e Tavernola, dove lunedì tre alberi caduti su via Asiago hanno mandato in tilt la viabilità.

Video: albero caduto a Tavernola

In via Paolo Diacono, zona Monte Olimpino, i pompieri sono intervenuti per mettere in sicurezza una pensilina pericolante.

pensilina caduta maltempo vigili fuoco-2

Danni anche al parchetto di via Segantini a Sagnino, dove una pianta è stata sradicata dal vento e si è abbattuta al suolo, mentre un grosso ramo è stato strappato da un albero finendo a terra. 
La giornata di martedì 30 ottobre, sebbene decisamente meno drammatica di quella di lunedì, ha comunque visti impegnati i pompieri in numerosi interventi sempre legati al taglio e messa in sicurezza di piante e alberi caduti, tegole e camini pericolanti in tutta la provincia.

In ginocchio in queste ore l'agricoltura lariana, danneggiata pesantemente dal maltempo: l'allarme arriva da Coldiretti Como e Lecco che sta iniziando a fare la conta dei danni. A rischio, secondo le prime valutazioni, le coltivazioni di cereali.

Super lavoro per il 118

Giornata intensa quella di lunedì 29 ottobre anche per le sale operative 118 della Lombardia e soprattutto per le Centrali Uniche di Risposta dell' 112. Queste ultime hanno ricevuto complessivamente 33.205 telefonate, rispetto a una media giornaliera di circa 13mila.

Nel dettaglio, alla sala operativa di Varese, che serve anche Como, Lecco, Bergamo e Monza Brianza, sono arrivate 11.624 chiamate (media giornaliera: 4100).

12.162 chiamate alla centrale di Brescia, che serve anche Sondrio, Lodi Mantova Cremona e Pavia ( in tempi normali la media giornaliera è circa 3800) e 9419 a Milano, che serve tutta la provincia di Milano (media di un giorno comune: 5.200).
Il numero maggiore di chiamate ha riguardato i Vigili del Fuoco. Per quanto riguarda le Sale Operative 118 di Milano, Bergamo, Pavia e Como, non si sono registrate particolari criticità . Gli unici problemi hanno riguardato la logistica: i mezzi di soccorso in diversi casi hanno faticato a raggiungere il posto degli eventi per le difficoltà viabilistiche e il traffico congestionato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di stuprare una ragazza sul treno Chiasso-Como-Milano, ma lei reagisce e lo fa scappare

  • Incidente in galleria a Cernobbio: viabilità al collasso

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

  • Nei bordelli ticinesi sconti per gli italiani: anche così si combatte la crisi

  • Svizzera, l'Iceberg di Lugano riaccende le luci (rosse)

Torna su
QuiComo è in caricamento