Vigili del fuoco, la mappa degli interventi a causa del maltempo

Pompieri e protezione civile impegnati in tutta la provincia

Tantissimi gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del comando provinciale di Como per soccorrere persone o mettere in sicurezza situazioni di pericolo causate soprattutto dalla caduta di piante o da allagamenti. Nella mappa qui pubblicata si vede a colpo d'occhio il numero e i luoghi degli interventi effettuati solo dalle ore 18 alle 22.30 del 29 ottobre 2018. 

Reportage, i danni del maltempo 29 ottobre 2018

Coldiretti di Como-Lecco ha lanciato un vero e proprio allarme per i danni registrati. Serre e vivai distrutti, ma anche un allevamento di polli nel Meratese dove il vento ha divelto i finestroni, e dove solo il pronto intervento degli imprenditori agricoli ha salvato gli animali dall’annegamento: è un bollettino che si aggrava di ora in ora quello dei danni subiti dall’agricoltura lariana dopo il nubifragio di questo pomeriggio, con vento e bombe d’acqua che si sono susseguite fin dalle prime ore del mattino.

Il Basso Lecchese è il territorio più colpito, ma non sono mancati danni ingenti anche nell’Alto Lago e nel Comasco.
“I nostri tecnici stanno verificando la tenuta delle strutture anche nelle aziende orticole e florovivaistiche” commenta il vicepresidente di Coldiretti Como Lecco Roberto Magni, floricoltore. “E’ stato un vero e proprio fortunale”. E il presidente della federazione interprovinciale Fortunato Trezzi aggiunge: “Guardiamo con attenzione e apprensione l’evolversi della situazione: la pioggia era attesa dopo un secco mese di ottobre, ma il rischio è che i terreni induriti non riescano a reggere l’onda d’urto di una grande quantità di acqua concentrata in poco tempo. Il pericolo è quello di campi allagati e problemi per la crescita delle piante di frumento e degli altri cereali autunnali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altissimo il livello dei fiumi che scorrono nelle nostre province verso la pianura fino al Po, che è già salito di oltre 2,5 metri nelle ultime 24 ore per effetto delle intense precipitazioni che hanno accompagnato la nuova ondata di maltempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Regole più severe per tutta la Lombardia: c'è anche il divieto di sport all'aperto

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Como, supermercati e farmacie: ora possibile misurare la febbre a chi entra

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

Torna su
QuiComo è in caricamento