A Como si cercano volontari per il servizio "Emergenza freddo"

Appello della associazioni al sindaco per una struttura invernale con più posti letto

Senzatetto a Como

Dopo la chiusura del campo profughi di Como, di fatto voluta solo dalla Lega, con l'arrivo del freddo rimane l'allerta in città per le tante persone senza dimora che dormono all’addiaccio. Di oggi l'appello per la ricerca di volontari per il servizio "Emergenza freddo - Dormitorio invernale della Croce Rossa Italiana di Como e della Caritas Diocesana di Como formato insieme ad ANPAS, ANA-Protezione Civile, Associazione Incroci (mensa serale Don Guanella), Associazione Nazionale Carabinieri Cantù, Associazione Nazionale Giacche Verdi, Associazione Bambini in Romania, Azienda Taborelli, Cisom – Ordine di Malta, City Angels, Comune di Como, Comunità di famiglie alle Querce di Mamre, CSLS, Giovani di Confindustria, Gruppo “Legami”, Ordine Francescano Secolare, Protezione Civile Colline Comasche, Protezione Civile di Olgiate Comasco, Protezione Civile di Locate Varesino, Protezione Civile Prealpi, Protezione Civile di Mozzate, Protezione civile di Como, Scout Agesci, Volontari del Lario e altri enti del Coordinamento per la grave marginalità.

Questo il contenuto integrale dello scritto:  "In attesa di una risposta dal Sindaco di Como relativamente ad uno spazio che permetta di ampliare il numero di posti letto almeno nei mesi invernali, dal campo di via Regina ad un’altra eventuale struttura messa a disposizione dall’Amministrazione, la Rete degli enti che si occupano di grave marginalità, insieme ad altri e numerosi soggetti del territorio, si sta attivando per garantire anche quest’anno il cosiddetto servizio “Emergenza freddo-dormitorio invernale” di via Sirtori, consapevoli che questo potrà accogliere solo una parte della popolazione senza dimora che non trova riparo in altre strutture. Il servizio è quasi interamente gestito da volontari. Sono state davvero tante le persone che in questi anni hanno dato il loro apporto permettendo la realizzazione dell’accoglienza, altrimenti impossibile. Siamo certi che anche per questo inverno non mancheranno 'nuove leve', così da poter coprire tutti i turni di apertura del servizio. L’impegno è limitato ad una sera/notte al mese.  Ci rivolgiamo a singoli cittadini, gruppi informali, associazioni ed enti".

Chi volesse dare la propria disponibilità come volontario può telefonare al 345.6912153 dal lunedì al venerdì dalle ore 19.00 alle ore 21.00 o inviare un’e-mail lasciando i recapiti personali o del proprio gruppo/associazione a porta.aperta@caritascomo.it. Si può contribuire a sostenere il Dormitorio invernale anche con una donazione economica (FONDAZIONE CARITAS - “Solidarietà e Servizio” – ONLUS - IBAN IT87B0521610900000000003692. Indicare nella causale: Dormitorio invernale – Emergenza freddo). Ogni contributo, di piccola o grande entità, ci aiuta a sostenere i costi del servizio, in particolare il riscaldamento e le altre utenze che incidono in modo significativo sulle spese generali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Basterebbe che ogni buonista, invece di solo parlare, dimostrasse di esserlo anche nei fatti e accogliesse una sola di queste risorse a casa propria e tutto sarebbe risolto!

Notizie di oggi

  • Economia

    Da Salvini arriva una doccia fredda per i dipendenti di Campione d'Italia: rigettato il ricorso al Tar

  • Cronaca

    Trovato con 15 chili di cocaina nascosti in auto a Varedo: arrestato uomo di Inverigo

  • Cronaca

    Schiacciato da un blocco di cemento: operaio ferito grave a San Siro

  • Attualità

    Alessandro e Valentino, "Rossi di Passione": la mostra-evento dei trenini Rivarossi a Como

I più letti della settimana

  • Bambino ritrovato mezzo nudo in un campo di Capiago Intimiano

  • Due extracomunitari disarmano rapinatore e salvano Farmacista di Turate

  • Paura per una mamma in piazza San Rocco: "Accerchiata e aggredita da un gruppo di stranieri, qui non voglio più vivere"

  • Ponte a rischio crollo, chiuso ingresso autostrada a Ponte Chiasso: caos traffico

  • Incidente a Sorico: un morto sulla Regina

  • Presi i vandali della Valle d'Intelvi: 5 giovani che hanno distrutto cinquanta macchine

Torna su
QuiComo è in caricamento