Neve sulla provincia di Como, Coldiretti: salvezza contro la siccità per agricoltura e lago

Una "manna" per le campagne in allarme per le riserve idriche: lago di Como sotto di oltre 28 centimetri rispetto alla media

Serre imbiancate in Valsassina (foto Coldiretti)

Se la nevicata che dalle prime luci dell'alba di venerdì 1° febbraio 2019 sta interessando la provincia di Como sta causando da un lato disagi al traffico e alla viabilità (e la chiusura delle scuole a Como), dall'altro è una "manna" per i campi contro la siccità e per il livello del lago di Como, che si trova “sotto” di 28 centimetri rispetto alla media

A dirlo Coldiretti Como e Lecco. La precipitazione arriva dopo un inizio di inverno anomalo, segnato dagli incendi boschivi che tra fine dicembre e inizio gennaio hanno interessato i boschi dell’Alto Lago e dall’assenza di precipitazioni significative. L’arrivo della neve e della pioggia su gran parte della Lombardia è dunque una manna per le campagne, in allarme per le riserve idriche.

Guarda i video della nevicata in provincia di Como del 1° febbraio 2019

“Da un capo all’altro del comprensorio lariano, gli imprenditori agricoli sono mobilitati per garantire la sicurezza sulle strade: il loro ruolo è fondamentale, soprattutto nelle valli e nelle aree montane, dove grazie al loro lavoro e presidio capillare continuano ad essere raggiungibili anche i paesi più piccoli e lontani” commenta Fortunato Trezzi, presidente Coldiretti Como Lecco.

Neve importante per i livelli dei laghi

Sulla Lombardia – precisa la Coldiretti su dati Arpa – sono in atto nevicate anche copiose specialmente sulle aree montane, con accumuli che in alcune zone hanno già raggiunto i 30 centimetri e che sono destinati ad aumentare fino a oltre 40 nel corso della giornata. Nonostante i disagi – continua la Coldiretti interprovinciale - l’arrivo delle precipitazioni salva le campagne da una preoccupante siccità fuori stagione. Neve e pioggia sono infatti importanti per ripristinare le scorte di acqua a cominciare dai laghi dove si registrano livelli inferiori rispetto alla medie storiche. In particolare, il lago di Como si trova sotto di oltre 28 centimetri rispetto alla media con un riempimento del 20%; quello d’Iseo è più basso di 50 centimetri con un riempimento fermo ad appena il 17%; il lago Maggiore è a meno 14 centimetri con un riempimento del 57%. Resiste invece il Garda con un riempimento all’82%.

Trattori di Coldiretti usati come spazzaneve e spargisale

Nelle ultime ore, intanto, si sono mobilitati anche i trattori degli agricoltori Coldiretti come spalaneve e spargisale contro il rischio gelicidio. In particolare i mezzi agricoli stanno contribuendo a ridurre i disagi tra Como, Lecco, Varese, ma anche nella Bergamasca e nel Bresciano. Mobilitazione anche nella pianura comasca e lecchese, oltrechè in Brianza e a Milano, Lodi, Monza, Pavia e Cremona.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Il colosso Zara apre a Como for&from: commessi disabili per un negozio senza barriere

  • Criminale sfortunato, va a processo per evasione ma due vigili lo riconsocono anche per un altro reato

  • Malore per una bambina appena nata: paura in centro Como

  • Lite al ristorante tra due amici: ferito un 26enne a Cermenate

Torna su
QuiComo è in caricamento