Piscina di Casate, lavori al via: chiusa fino a gennaio

Gli interventi partiranno lunedì 3 settembre

La piscina di Casate

Chiuderà lunedì 3 settembre 2018 la piscina di Casate: la stagione estiva al centro sportivo alle porte di Como , che ha registrato 20mila presenze da giugno, terminerà pertanto domenica. Ancora pochi, dunque, i giorni a disposizione per gli amanti del nuoto e del relax nel parco esterno: da lunedì le vasche saranno chiuse al pubblico per permettere l'avvio dei lavori di ristrutturazione della vasca coperta. Le opere in programma comprendono la demolizione e il rifacimento del solaio e del piano vasca, con sostituzione di una parte dei sottoservizi e in particolare delle tubazioni per la distribuzione del trattamento aria. I lavori sono inderogabili per il corretto mantenimento dello stato di funzionalità dell'impianto e dureranno non meno di quattro mesi, la piscina pertanto resterà inagibile fino all'inizio del prossimo anno.
Per quanto riguarda la scuola di nuoto, è disponibile la piscina Sinigaglia con un'ampia programmazione di corsi per bambini e adulti.

Confermato, intanto, dal Comune il cronoprogramma per lo stadio del ghiaccio di Casate: i lavori dovrebbero concludersi in tempo per permettere la ripresa dell'attività agonistica a metà settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento