Luminarie di Natale a Como: dal Comune più soldi e libertà di scelta

Si punta alla qualità e alle vie non interessate dalla Città dei Balocchi

luminarie

Mentre il no della Prefettura al Broletto parlante per la città dei Blalocchi ha suscitato molte polemiche, dal Comune di Como arriva una buona notizia per le luminarie natalizie. Quest'anno riceveranno più contributi da Plazzo Cernezzi, in tutto 24 mila euro.  Inoltre verrà lasciata libertà di scelta e autonomia di azione alle attività del DUC e di tutta la città (la misura è rivolta a tutti i negozi di vicinato del territorio comunale) per migliorare la qualità degli allestimenti e quindi l'attrattività delle vie dello shopping. Non vale più, dunque, l'indicazione di un unico fornitore di luminarie che gli scorsi anni veniva segnalato dal DUC omologando la proposta e comunque non consentendo piena libertà di azione delle vie.

Libertà di scelta e qualità

E' questo l'obiettivo della nuova misura aperta da oggi e pubblicata sull'albo pretorio del Comune di Como dedicata alle luminarie natalizie. Un nuovo capitolo del bando multimisura che mette a disposizione contributi a fondo perduto, ma sempre in un'ottica di favorire la libertà d'impresa che viene sostenuta dal Comune e dalle associazioni di categoria rappresentate nel DUC, allo scopo di migliorare la competitività della rete dei negozi di vicinato. Come per le altre misure, a fine sperimentazione le vie che avranno partecipato si confronteranno con il DUC per inserire eventuali migliorie.

Opportunità

Per le luminarie, dunque, si cambia. Il 20 novembre dalle 10 alle 24 le vie unite in un accordo a cui dovranno aderire almeno il 40% delle attività, potranno chiedere fino ad un massimo di 3.000 euro a fondo perduto per una spesa di almeno 6.000 euro. La quota singola di adesione dovrà però essere non inferiore alle 150 euro (la media degli scorsi anni era di 100 euro) per favorire la qualità delle installazioni luminose. In alternativa la via dello shopping (sempre con adesioni non inferiori al 40%), potrà soltanto chiedere contatore e fornitura elettrica individuando un punto luce di quelli in elenco e che da anni vengono attivati dallo stesso Comune. Per nuovi punti luce si dovrà procedere in autonomia ma con il rimborso a contributo dal Comune nell'ambito della presentazione del progetto di illuminotecnica.

Vie escluse

Sono escluse dai contributi, perché già coinvolte nel programma della Città dei Balocchi: piazza Duomo, piazza Grimoldi, piazza Verdi, piazza Roma, piazza San Fedele, via Plinio, piazza Volta, porta Torre/Largo Miglio, Lungo Lario Trieste, Pinacoteca, Ponte Chiasso (chiesa parrocchiale "Beata Vergine Immacolata" in piazza Don Beretta); Sagnino (chiesa dei SS. Filippo e Giacomo in Quarcino), santuario Sant'Antonio Abate ad Albate.

Allacciamenti elettrici

Largo Miglio
Via Albertolli
Via Bellinzona
Via Bernardino Luini
Via Borsieri
Via Canturina
Via Carloni
Via Dottesio
Via Giovio
Via Lambertenghi
Via Mentana
Via Monti
viale Lecco
viale Lungo Lario Trieste
via Borgovico
via Milano
piazza De Gasperi
via Manzoni
via Benzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e sul lago

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

Torna su
QuiComo è in caricamento