menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini dei recenti episodi di vandalismo al nido di via Giussani a Rebbio

Le immagini dei recenti episodi di vandalismo al nido di via Giussani a Rebbio

Vandali all'asilo di via Giussani: la petizione dei genitori esasperati

50 firme depositate in Comune per chiedere antifurto e videosorveglianza.

50 firme per chiedere al comune di Como di migliorare la sicurezza dell'asilo nido di via Giussani a Rebbio, installando antifurto e telecamere.

Dopo gli ultimi eclatanti casi di vandalismo nella struttura (due gli episodi in pochissimi giorni, il primo che ha anche costretto alla chiusura dell'asilo per una giornata e il secondo in cui ignoti hanno addirittura dormito dentro la scuola) i genitori esasperati hanno deciso di dire basta.

Hanno stilato una petizione datata 10 ottobre 2017 e depositata in comune lunedì 16 ottobre, indirizzata all'assessore alle Politiche Educative Amelia Locatelli, al sindaco Mario Landriscina e al vicesindaco Alessandra Locatelli: sotto la lente dei genitori la "la situazione di precarietà dal punto di vista della sicurezza in cui versa la struttura nido in particolare per quello che riguarda la possibilità di effrazione e conseguente accesso non autorizzato ai locali della struttura", come si legge nel documento, in cui comunque viene ribadita la piena fiducia e stima nei confronti degli operatori, dalla direzione agli inservienti. 
La preoccupazione dei genitori è per la sicurezza dei bambini, di cui bisogna "garantire la protezione non solo durante le ore di presenza ma anche in loro assenza (soprattutto per i rischi indiretti di natura igienica e sanitaria".

Molto precise le richieste dei genitori nei confronti del comune per prevenire nuovi episodi che mettano a repentaglio la sicurezza dei piccoli utenti: "installazione di un impianto antifurto collegato alle forze dell'ordine e di un impianto di videosorveglianza, ispezioni notturne della polizia locale", ma anche, più ad ampio raggio, "attuazione di politiche di azione e prevenzione del disagio sociale, psicologico e psichico a favore del quartiere in cui si trova la struttura".

Non soltanto quindi azioni repressive verso i colpevoli, ma anche e soprattutto di prevenzione del disagio da cui deriverebbero questi episodi.

petizione genitori via giussani-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il racconto del primo comasco vaccinato con Sputnik

  • Coronavirus

    Pass mobilità, ecco come ci si sposterà in Italia

  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 16 aprile 2021: 144 nuovi casi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento