QuiCentro storico

Ordinanza anti-accattonaggio, a Como nulla è cambiato: un mendicante ad ogni angolo

Reportage all'indomani della firma del provvedimento del sindaco

Nulla è cambiato all'indomani della firma dell'ordinanza anti-mendicanti da parte del sindaco di Como, Mario Landriscina. Sabato 16 dicembre, giornata di pienone in città murata per lo shopping natalizio, ad ogni angolo c'era un mendicante. In piazza Duomo anche qualche venditore abusivo. Numerosi migranti hanno presidiano ancora gli incroci del salotto buono della città, in particolare quelli in cui si incontrano le vie dello shopping più frequentate.

In via Boldoni, angolo via Cinque Giornate, un mendicante attendeva l'uscita dei clienti dal fornaio Beretta e con il cappello in mano chiedeva l'obolo. A pochi metri di distanza, sotto i portici della Coin, una donna bivaccava appoggiata a una colonna. In via Luini, angolo via Collegio dei Dottori, un altro migrante accovacciato e con il cappello in mano protendeva il braccio verso i passanti. Nella strada parallela, in via Vittorio Emanuele, un altro mendicasnte, questa volta forse italiano, presidiava l'angolo con via Porta esibendo un grande cartello per muovere a compassione i passanti.

Altri mendicanti, a pochi metri l'uno dall'altro, percorrevano con passi corti e lenti la zona di Prta Torre. All'ombra della torre, infatti, un migrante, sempre rigorosamente con il cappello in mano, avvicinava più o meno chiunque pronunciando la parola "perfavore" nella speranza che qualcuno gli desse qualche soldo. In via Cantù, all'incrocio con via Giovio, diverso mendicante, stessa scena. 

Anche in qualche posizione più defilata, ma sempre stratgica, non mancano i mendicanti. Per esempio in via Diaz, angolo via Cinque Giornate. Come ogni giorno da mesi un migrante mendicante chiedeva soldi. Anche lui con l'immancabile cappello in mano. 

Ecco, questo è il resoconto di un piccolo e veloce reportage effettuato durante una passeggiata in centro storico. Nonostante l'ordinanza anti-accattonaggio la situazione non è cambiata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento