Venerdì, 17 Settembre 2021
Centro storico

Il giardino pensile di Como, tesoro dimenticato

Dal Museo Giovio a Torre San Vitale, un piccolo paradiso nascosto sopra le mura

Giardino pensile sulle mura

A Como. all'esterno del Museo Giovio, si nasconde un autentico gioiello non più accessibile da tempo. Stiamo parlando di quel piccolo paradiso del suo giardino pensile, un tempo accessibile dalla scala settecentesca. Attualmente nessuno può visitarlo per ragioni di sicurezza mai risolte, nonostante se ne parli da tempo. Insomma una delle tante ferite della città per le quali basterebbe solo un po' di cura.  Salita la scala ci si troverebbe immersi in un parco che offre un incantevole insieme fatto di reperti archeologi accarezzati da piante secolari, in particolare da una magnolia e da un platano meravigliosi. 

Ma non è tutto, perchè questo giardino pensile, se non fosse limitato da una cancellata che lo spezza in due, si allungherebbe naturalmente verso la Torre San Vitale, come si può vedere dalla foto in apertura dell'articolo e dalla seconda gallery. Ed è proprio questa seconda parte - sopra le mura di via Balestra e totalmente inaccessibile a chiunque - l'altro tesoro della città completamente sconosciuto almeno ai più giovani. Chiuso da decenni, ci si accedeva dall'associazione combattenti, con ingresso da via Nazario Sauro. Se non in rare occasioni, l'ultima che viene in mente è quella della Notte Bianca, questo porzione di giardino pensile, che offre una vista unica della città, è stato letteralmente dimenticato.

Nel 2016 si fece avanti il Rotary Baradello con un progetto di recupero per renderlo fruibile a tutti ma poi non se ne fece nulla. Sarebbe un vero peccato se un angolo così bello della nostra città murata fosse lasciato ancora in balia del degrado, quando invece potrebbe dare nuova linfa non solo alla città ma anche al Museo Giovio e alla sue stanze così ricche di storia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giardino pensile di Como, tesoro dimenticato

QuiComo è in caricamento