QuiCentro storico

Venditori abusivi, sequestrati centinaia di ombrelli e cappellini

Intensificati a giugno i controlli della polizia locale di Como in centro storico

Nel piano degli obiettivi mensili che la polizia locale si è posta per l'anno in corso, giugno è stato individuato come il mese dedicato a un più accurato controllo del centro storico. Sono stati previsti 63 servizi di controllo in tutto il mese. Di quelli previsti, 7 non sono stati effettuati a causa di urgenze e priorità sopraggiunte tra le molteplici attività che competono agli operatori di Polizia Locale.
27 servizi di controllo sono stati effettuati nelle fascia oraria dalle 8 alle 13, altri 27 nella fascia oraria dalle 13 alle 19, infine 9 tra le ore 19 e le ore 24.

A seguito dei controlli sono stati eseguiti 10 sequestri per commercio abusivo su area pubblica con la confisca di 74 ombrelli e 173 cappelli. Sono state elevate 189 sanzioni delle quali 147 per divieto di sosta; il maggior numero di sanzioni è stato elevato in piazza Roma (44), poi in via Rovelli (22) piazza Volta (14), via Indipendenza (18), via Volta (18) e via Diaz (17).

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è risultato un incremento delle sanzioni elevate per violazione alle norme del Codice della Strada di circa il 25%.

Considerando i numerosi cantieri previsti questo mese di luglio, la Polizia locale presterà particolare attenzione al rispetto delle prescrizioni contenute nelle ordinanze che disciplinano gli interventi di manomissione delle strade comunali da parte delle ditte esecutrici.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento