Centro storico Largo Gianfranco Miglio

Banchi del mercato salvi: non dovranno chiudere per colpa del Giro di Lombardia

Ma i bar dovranno togliere tavoli e sedie per consentire il passaggio della competizione ciclistica

Nella mattinata del 2 ottobre gli assessori del Comune di Como Elena Negretti (Polizia locale) e Marco Butti (Commercio), insieme a funzionari della polizia stradale e polizia locale, hanno effettuato un sopralluogo nei pressi di Porta Torre per valutare la possibilità di non sopprimere sette banchi del mercato intorno alle mura. Infatti, per consentire il passaggio della "carovana" di biciclette del Giro di Lombardia era stata disposta la soppressione dei banchi che avrebbero rischiato di intralciare i corridori. Allo stesso modo è stata stabilita l'eliminazione di sedie e tavolini dei bar lungo via Plinio, via Vittorio Emanuele, via Giovio e via Cantù. Su questi provvedimenti si sono abbattute le critiche e le polemiche di Confesercenti Como che nella giornta di oggi ha reso noto l'esito del sopralluogo: "Il sopralluogo ha permesso di scongiurare l’annunciata cancellazione di 7 banchi degli operatori del mercato che avrebbero perso la giornata lavorativa a causa del passaggio dei ciclisti sotto la Torre, a dimostrazione che la buona organizzazione delle manifestazioni porta alla realizzazione dei grandi eventi a vantaggio di tutti. Solo i tavolini dei bar lungo le vie Plinio, Vittorio Emanuele II, Giovio e Cesare Cantù dovranno essere ritirati per qualche ora e di questo comunque ce ne dispiace. Confesercenti ringrazia il Comune di Como e la Polizia Stradale e ribadisce il sostegno ad ogni grande evento che dà lustro e visibilità al territorio e alle sue imprese non solo in ambito sportivo, ma anche culturale, artistico, musicale, economico, culinario e scientifico: ce ne vorrebbe uno a settimana, ben organizzato, a vantaggio di tutti i cittadini e delle imprese del territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banchi del mercato salvi: non dovranno chiudere per colpa del Giro di Lombardia

QuiComo è in caricamento