menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Senza biglietto sull'autobus Cantù-Como dà in escandescenze e blocca la corsa: denunciato

Carabinieri intervenuti per riportare la calma dopo la segnalazione dell'autista

Non aveva il biglietto per viaggiare sull'autobus e quando l'autista glielo ha chiesto si è alterato a tal punto da impedire la regolare prosecuzione della corsa sulla tratta Cantù-Como e richiedere l'intervento dei carabinieri: per questo un giovane di 23 anni, comasco, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di interruzione di pubblico servizio.
E' successo nel pomeriggio di domenica 2 settembre 2018 sulla linea urbana di Asf nella tratta Cantù-Como: quando l'autista ha visto l'agitazione del giovane ha inviato una cosiddetta “chiamata muta” (una sorta di alert inviato dal conducente dell’autobus), ricevuta dalla Centrale Operativa di Cantù sul numero unico d’emergenza 112. 

I militari dell’Aliquota Radiomobile di Cantù sono subito intervenuti per riportare alla calma il ragazzo. Nessun ferito, nessun contatto fisico, ma tanta tensione che sarebbe potuta degenerare se non fossero arrivati immediatamente i militari dell’Arma. Il giovane, come detto, è stato denunciato in stato di libertà per interruzione di pubblico servizio.

Torna, dunque, in primo piano la questione della sicurezza sui mezzi pubblici: dopo il caso, eclatante, degli autisti picchiati da passeggeri senza biglietto che aveva portato a Como il ministro dell'Interno Matteo Salvini, un altro episodio si era verificato solo un mese fa. Un autista di Asf era stato minacciato da un passeggero che pretendeva di viaggiare senza pagare.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento