Cantù Cantù / Piazza Giuseppe Garibaldi

Picchiato selvaggiamente in piazza a Cantù: arrestati i tre aggressori

Accusati con l'aggravante del metodo mafioso

Il 24 aprile 2017 un 27enne originario della Repubblica Dominicana era stato selvaggiamente pestato da tre individui. Calci e pugni anche al volto e alla testa avevano provocato alla vittima lesioni molto serie, come una frattura alla mandibola giudicata guaribile in 40 giorni.

Questa mattina, 24 novembre 2017, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cantù hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere per G. M., 31 anni di Locri, V.T., canturino di 23 anni, e J. D., 25 anni nato a Como.

I tre sono stati raggiunti dai carabinieri all'interno del carcere di Opera dove si trovano perché arrestati nell'ambito dell'inchiesta contro la 'ndrangheta denominata "Ignoto 23". 

I tre in relazione al pestaggio del domenicano sono accusati di lesioni personali aggravate, tra l'altro, dal metodo mafioso posto in essere. Mentre picchiavano il 27enne avrebbero, infatti, pronunciato frasi come "noi siamo calabresi, da noi in Calabria si fa così”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato selvaggiamente in piazza a Cantù: arrestati i tre aggressori

QuiComo è in caricamento