Canton Ticino

Lugano, spari in pieno centro per la rapina in gioielleria: arrestate 4 persone

Durante l'operazione si è reso necessario l'utilizzo dell'arma di servizio da parte di un agente della polizia

Momenti di panico pochi giorni fa, il 2 luglio, a Lugano in pieno cento in via Pessina in una gioielleria. Erano circa le 11.30 del mattino quando una pattuglia in bicicletta della polizia cantonale è intervenuta per femare una rapina in corso. Gli agenti in alcuni momenti hanno dovuto utilizzare l'ama di servizio. Stando a una prima ricostruzione, l'allarme è scattato dopo che una pattuglia in bicicletta della polizia di Lugano ha notato gli autori all'interno del negozio. Sono quindi stati fermati tre rapinatori (due all'interno e uno all'esterno della gioielleria) mentre un quarto si è dato alla fuga a piedi. Quest'ultimo è stato poi intercettato e fermato in zona Cattedrale. Durante l'operazione, in due momenti distinti, si è reso necessario l'utilizzo dell'arma di servizio da parte di un agente della Polizia Città di Lugano. Non si segnalano feriti. Sono subito scattati gli accertamenti sulla dinamica dei fatti da parte della Polizia cantonale. 

L'arresto

Di oggi la notizia che gli autori della rapina sono stati poi arrestati. Si tratta di un 46enne e di un 34enne, sedicenti cittadini croati residenti in Croazia, nonché di un 48enne e di un 34enne sedicenti cittadini serbi residenti in Serbia. Le principali ipotesi di reato sono di rapina aggravata, esposizione a pericolo della vita altrui, violenza e minaccia contro funzionari, infrazione alla Legge federale sulle armi, infrazione Legge federale sugli stranieri, violazione del bando. Le perquisizioni effettuate sui quattro hanno permesso di rinvenire due pistole (entrambe cariche). L'inchiesta, coordinata dal Procuratore pubblico Simone Barca, prosegue con il fine di ricostruire dinamica e responsabilità dell'accaduto.

Parallelamente, come da prassi, il Ministero pubblico ha avviato degli accertamenti per chiarire la sussistenza di eventuali fattispecie penali in relazione all'utilizzo dell'arma di servizio da parte di un agente della Polizia Città di Lugano. Si ricorda a tal riferimento che non si sono registrati feriti. Queste ultime verifiche sono coordinate dal Procuratore generale Andrea Pagani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lugano, spari in pieno centro per la rapina in gioielleria: arrestate 4 persone
QuiComo è in caricamento