QuiAlbate

Niente vigili all'entrata di scuola, la paura delle mamme di via Acquanera: "Auto veloci rischiano di investire i bambini"

Nel 2017 una petizione firmata da 220 genitori è rimasta lettera morta. A settembre un bambino è stato investito

Un bambino investito nello scorso mese di  settembre e diversi altri episodi in cui ci è mancato poco che auto travolgessero bambini e genitori, sopratutto in prossimità della scuola primaria Picchi, in via Acquanera a Como (nel quartiere di Albate). I genitori degli alunni da molto tempo chiedono maggiore sicurezza stradale in prossimità della scuola a causa delle alte velocità percorse dai veicoli che transitano su via Acquanera e della scarsa visibilità dovuta a volte alla luce del sole che abbaglia gli automobilisti. Il pericolo è tale che già a fine del 2017 mamme e papà dell'associazione genitori della scuola di via Acquanera avevano presentato al Comune di Como una petizione con 220 firme. Allora si chiedeva una presenza costante dei vigili alla fine della scuola per presidiare l'attraversamento pedonale.

"Purtroppo - spiega Monica Fusetti, madre di uno scolaro dell'istituto Picchi - adesso il pericolo è anche all'entrata di scuola. I vigili arrivano troppo tardi al mattino, in genere verso le 8.40 quando ormai la gran parte dei bambini è entrata già in classe. Anche negli ultimi giorni un bambino stava per essere investito. Occorre assolutamente intervenire per garantire la massima sicurezza, soprattutto nel tratto di strada davanti alla scuola".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Effettivamente la petizione presentata a suo tempo al Comune di Como chiedeva oltre a una presenza più costante dei vigili anche l'installazione di dossi o dissuasori di velocità, ma niente di tutto questo è stato fatto. Una cosa, però, appare certa: l'amministrazione deve prendere provvedimenti per garantire che in quel tratto di strada le auto rallentino e si fermino in presenza degli scolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'autocertificazione in Lombardia: con il coprifuoco servirà per circolare dalle 23 alle 5

  • Nuovo Dpcm, la bozza: chiuse le palestre, orario ridotto di negozi, bar e ristoranti

  • Como, non vuole indossare la mascherina e si ribella ai poliziotti: arrestato in centro storico

  • Autunno, tempo di castagne: ecco dove raccoglierle nei dintorni di Como

  • 3 cose che (forse) non sapete sul Faro di Brunate

  • Sul lago di Como come in America: apre il campo delle zucche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento