rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

Plastica, mutande e Lexotan: degrado e inciviltà all'Alpe Grande

L'appello di Charlie, il "guardiano" della Val d'Intelvi: "Basta poco per pulire"

Charlie Rizzo vive in Val d'Intelvi e ha un profondo amore per questi luoghi. Spesso si trova a passeggiare tra i boschi e i prati insiem ai suoi cani. Vedere che qualche incivile non rispetta l'ambiente è qualcosa che lo avvilisce e allo stesso tempo lo fa arrabbiare. Ma dello sconforto e della rabbia ne fa uno stimolo per rimboccarsi le maniche e pulire lì dove gli incivili hanno sporcato. Però quello che ha trovato nell'area vicina al parcheggio dell'Alpe Grande è davvero troppo: bottiglie di vetro e di plastica, mutande, escrementi umani, una boccetta vuota di lexotan, cartacce e sporcizia varia. Da qui l'idea di fare un video per mostrare la quantità di immondizia raccolta nella sola mattinata di giovedì 25 febbraio. Un'occasione per lanciare allo stesso tempo un appello: "Basta davvero pochissimo per dare il proprio contributo al rispetto e alla tutela dell'ambiente. Questi sono luoghi bellissimi ed è giusto che la gente possa goderne, ma meritano rispetto. Se trovate segni di degrado e inciviltà rimboccatevi le maniche. Basta poco tempo per pulire laddove qualche maleducato e incivile ha sporcato".

Si parla di

Video popolari

Plastica, mutande e Lexotan: degrado e inciviltà all'Alpe Grande

QuiComo è in caricamento