Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appello di Maesani a Landriscina: " Abbia pietà dei morti e consenta ai loro cari di assistere alla sepoltura"

A Como è ancora vietato l'ingresso ai cimiteri per assistere all'addio dei nostri defunti

 

Al dolore della perdita dei propri cari, spesso rimasti senza il conforto dei parenti in ospedale, si aggiunge il dramma di una sepoltura senza nemmeno la possibilità di un ultimo saluto dai parte dei figli, della moglie o di un marito. Niente, nessuna pietà perché le ferree regole del Comune di Como non consentono tutto ciò. Il tema è già stato sollevato in primis da Patrizia Lissi del Pd poi da Civitas, ma da Palazzo Cernezzi nessuna risposta. Anche Patrizia Maesani, ex consigliere e donna sempre vicina alle battaglie civili, ha posto la questione al sindaco senza ricevere spiegazioni. Ora, attraverso la nostra video intervista, Maesani lancia un accorato appello al primo cittadino Mario Landriscina, affinché le norme anti-covid applicate a Como nella sua forma più rigida possano cambiare e consentire un ultimo saluto ai propri cari almeno da parte dei parenti più stretti. O almeno venga detto quali sono le vere ragioni per cui ciò non viene consentito.  E ricorda: "La morte non aspetta". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento