Allerte meteo ed emergenze, arriva la telefonata del Comune di Como

Partito il nuovo servizio gratuito Alert System: ecco come funziona

Una telefonata dal Comune di Como che avvisa in caso di allerte meteo, sospensione di servizi o emergenze: si chiama Alert System il servizio gratuito attivato dal 17 maggio 2019 da Palazzo Cernezzi.

Come spiegato dal Comune, i numeri di rete fissa di Como presenti negli elenchi pubblici riceveranno, da parte di Palazzo Cernezzi un messaggio vocale di attivazione del servizio, totalmente gratuito, che consente di ricevere notizie riguardanti eventuali rischi di allerta meteo, sospensione di servizi, interruzioni strade, chiusure scuole, ecc., ma anche notizie utili di interesse generale riguardanti le diverse iniziative del Comune.

Il servizio è stato ideato per gestire il rapporto costante tra l'Amministrazione e i cittadini, quale efficace strumento di comunicazione diretta, con la possibilità di raggiungere un grande numero di utenti in tempo reale.

Come funziona Alert System

Una voce pre-registrata comunicherà il messaggio direttamente al numero telefonico indicato: il servizio verrà avviato attingendo da una banca dati telefonica con i numeri fissi che risultano dagli elenchi pubblici, ma per rendere il servizio sempre più efficace è previsto l'ampliamento dei recapiti raggiungibili.

Come iscriversi

Se si desidera ricevere questi messaggi anche sul cellulare o su altri numeri di rete fissa non presenti nell’elenco telefonico, bisogna iscriversi compilando l'apposito modulo sul sito del comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • Como, dramma in via Leoni: trovata una donna morta

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento