Volley

Da Tavernerio alla Serie A di volley: la favola della 18enne Alice Viganò

Nella stagione 2024-2025 giocherà a due passi da casa, per la precisione con la Tecnoteam Albese

Il 2006 è stato un anno speciale per lo sport italiano. Tutti ricordano il trionfo mondiale della nostra Nazionale di calcio, ma si tratta anche di un’annata importante per quel che riguarda la nascita di promesse di altre discipline, volley in primis. Ne è un chiaro esempio Alice Viganò, 18enne originaria di Tavernerio che presto debutterà nella Serie A femminile. Per la precisione, la giovanissima schiacciatrice su cui molti osservatori pallavolistici hanno puntato gli occhi da tempo, è stata ingaggiata da una società che gioca a due passi da casa sua.

Si tratta della Tecnoteam Albese che si appresta a vivere l’ennesima stagione in A2 con rinnovato entusiasmo. L’esordio in una categoria tanto prestigiosa sarà per Alice una nuova tappa di una carriera finora esaltante. Nel 2021, ad esempio, è stata convocata in Nazionale, nello specifico dall’Under 16 in occasione di un raduno per preparare il Torneo Wevza di quell’anno, a conferma di un futuro che sembra già ben tracciato. La neo-giocatrice della Tecnoteam non dimentica comunque da dove è partita prima di arrivare alla Serie A.

Più volte ha ricordato le prime esperienze pallavolistiche a 8 anni con la maglia del Como Volley, al punto che si può parlare di questa schiacciatrice 18enne come di un vero e proprio orgoglio lariano per quel che riguarda questo sport. Nell’ultima stagione, dopo i campionati con l’Under 18 del Vero Volley e della VAP Piacenza, ha affrontato la Serie B2 con la Savino del Bene. Ora è il momento del grande salto: ad Albese con Cassano verrà allenata da un tecnico esperto e che sa valorizzare i giovani come Mauro Chiappafreddo, di conseguenza ci sono tutte le premesse per una stagione di successo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Tavernerio alla Serie A di volley: la favola della 18enne Alice Viganò
QuiComo è in caricamento