Venerdì, 19 Luglio 2024
Volley

Pallavolista 17enne non può giocare perché straniera, presidente accusa la FIPAV ma viene squalificato

È successo a San Fermo: Oscar Gridavilla, numero uno dell’Usd Cacciatori delle Alpi, è stato sospeso da ogni attività federale per 40 giorni

Una vera e propria Odissea: stavolta l’antica Grecia non c’entra nulla, a fare da sfondo a una vicenda a dir poco ingarbugliata è il Lago di Como, più precisamente la città di San Fermo. È qui che ha sede una società di pallavolo, l’Usd Cacciatori delle Alpi che è alle prese da diversi mesi con burocrazia e lungaggini in riferimento a una propria atleta. L’Ulisse di turno è il presidente del sodalizio, Oscar Gridavilla, sospeso nelle ultime ore dalla Federvolley per 40 giorni a causa di quanto accaduto a fine febbraio.

Risale infatti a quel periodo l’articolo pubblicato da “La Provincia di Como” e dedicato a una 17enne di origini ghanesi che fa parte proprio dei Cacciatori delle Alpi. Come raccontato quattro mesi fa, la giovane si è allenata con le pari età a San Fermo, ma non è mai scesa in campo in quanto in attesa dell’omologazione da parte della Fipav stessa. In poche parole, la Federazione ha chiesto espressamente una dichiarazione del paese d’origine dell’atleta, il Ghana per l’appunto, nonostante non abbia mai praticato pallavolo da quelle parti prima di arrivare in Italia.

La richiesta di tesseramento risale al 3 novembre scorso, poi soltanto a gennaio la Fipav avrebbe spiegato a Gridavilla la necessità di fornire il documento redatto dalla federazione del paese africano. Il presidente ha provveduto in tal senso come ha potuto, sentendosi poi rispondere che la dichiarazione non è valida. Nell’articolo citato sopra, lo stesso Gridavilla è stato molto diretto parlando di “comportamento vergognoso” e di “richieste ridicole”, tanto è bastato per far intervenire il Tribunale Federale della Fipav.

I 40 giorni di squalifica sono stati così motivati: “Per aver diffuso, anche attraverso la stampa, commenti lesivi della reputazione, dell’immagine e della dignità della Federazione Italiana Pallavolo”. Il club comasco è stato invece sanzionato con un’ammenda di 150 euro. L’impressione è che non sia l’ultima pagina di un “romanzo” dal finale più imprevedibile che mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolista 17enne non può giocare perché straniera, presidente accusa la FIPAV ma viene squalificato
QuiComo è in caricamento