rotate-mobile
Volley

A2: Guerriere di nome e di fatto, la Tecnoteam Albese espugna Montecchio Maggiore

La formazione lombarda si impone 3-1 con una prova maiuscola e senza arrendersi mai, neanche nei momenti più delicati

Una Tecnoteam Albese da applausi espugna con convinzione e determinazione il PalaCollodi, infliggendo un importante 3-1 all’Ipag Montecchio che ha cercato di prolungare la partita fino al tie-break. Si trattava dell’unica partita del girone B della A2 femminile di volley e il successo consente alle comasche di rendere ancora più tranquilla la propria classifica. Coach Mucciolo parte con Cialfi al palleggio, Veneriano e Gallizioli centrali, Zanotto (capitano) e Nardo bande, Oikonomidou opposto e De Nardi libero. La stessa formazione di avvio di sette giorni fa.

Al PalaCollodi una grande partenza per Albese con gli attacchi di Oikonomodou e Veneriano. Poi subito un ace di Alice Nardo che permette ad Albese di allungare: 2-6 e poi ancora 5-9 con un nuovo attacco micidiale dell'opposta greca. Tecnoteam subito in palla. Montecchio deve rinunciare alla sua straniera Jeremic, uscita dopo pochi minuti dal terreno di gioco per un problema ad una caviglia nel ricadere dopo un muro. Giocatrice a bordo campo dolorante. Le sue compagne, però, non si perdono d’animo e tornano sotto. Zanotto e compagne replicano colpo su colpo senza timore e con determinazione. Ok anche i muri di Veneriano e Gallizioli. Secondo ace per Nardo nel primo ed altre “martellate” di Maria che non sbaglia un colpo: allungo importante fino a 11-16.

E poi ancora fino al 16-22 con due punti di fila di una precisissima Gallizioli. Albese senza paura e con tutte le sue giocatrici a regime pieno. Primo set vinto con merito grazie a un netto 16-25. Secondo set che inizia con la stessa formazione per Albese. Montecchio parte forte per cercare di tornare in partita immediatamente: 3-0. Ma con Cialfi al servizio, la Tecnoteam recupera e pareggia (4-4). Gara in equilibrio, Magazza cerca il break per Montecchio, ma Oikonomidou e Nardo replicano colpo su colpo. A rete è una Gallizioli da urlo a non sbagliare nulla: punti e sostanza per l'atleta di Leffe (11-11). E con lei al servizio il piccolo break (11-13) del secondo set.

Montecchio non molla e ritorna avanti con due time-out consecutivi chiesti da Cristiano Mucciolo per cercare di rimettere ordine alla squadra, leggermente in difficoltà rispetto alla prima fase. Grande merito anche delle padrone di casa che crescono notevolmente con Muraro e Magazza (19-16). Cuore Albese con una Nardo efficacissima a servizio e altro sorpasso per la Tecnoteam (19-20). Baldi per Veneriano, ma la replica delle padrone di casa è immediata. Il finale è ancora della Tecnoteam senza paura e con straordinaria personalità per il 23-25. Applausi per le guerriere non solo dai tifosi comaschi presenti, ma anche dal pubblico di casa.

Terzo set con identico sestetto per Mucciolo. Resa altissima di tutte sotto la regia di Cialfi e con Oikonomodou veramente devastante sugli attacchi. Immenso pure il lavoro del capitano Zanotto in ricezione. Albese resta avanti anche se di poco, ancora equilibrio in questo avvio di set. E qui si rivede in attacco anche Zanotto con un paio di conclusioni davvero pregevoli per tenere la squadra in vantaggio. 9-10 con un’altra fast di Michi Gallizioli. Nella Tecnoteam funziona tutto, Montecchio ad organico ridotto cerca di restare aggrappata al match. Pochi i cambi a disposizione di coach Amadio. Ancora pari a metà (13-13), poi Albese ritorna in vantaggio con un servizio “chirurgico” (15-17).

Le padrone di casa piazzano il contro-break e poi restano davanti in una gara tiratissima (21-20 e poi 23-20). Ancora Baldi per Veneriano al turno di servizio per il recupero quasi completato. Ma non basta stavolta: errore in ricezione di Albese e Montecchio accorcia 1-2 (con parziale 25-23). E si va al quarto set. In avvio Mucciolo cambia Nardo per Pinto (sul 5-3), il resto rimane tutto uguale. Montecchio ci mette una grinta pazzesca e Albese sembra un pò in affanno, mentre le venete sono galvanizzate. Altro cambio dalla panchine di Albese: Baldi per Oikonomodou per poter tirare un pò il fiato e Mazzon che spinge le padrone di casa sul 10-3. Avvio difficilissimo di set per le lombarde.

Si va avanti con Montecchio sulle ali dell’entusiasmo ed Albese aggrappata al suo capitano Zanotto per non arrendersi in un match diventato d’improvviso complicato (16-11). Pinto e Baldi hanno un ottimo impatto sulla gara: a tutta grinta e senza timore. Un muro top di Veneriano riapre il set: 16-13 e guerriere di nuovo ad un passo da Montecchio. Le padrone di casa non si arrendono: 20-17. Una doppia magia di Zanotto in attacco riporta la Tecnoteam a ridosso di una indomita Sorelle Ramonda. Grande sfida al PalaCollodi: 21-20. Pinto pareggia con un attacco perfetto su assist di Cialfi, poi dopo una scambio che sembrava concluso Albese fa sbagliare Montecchio a palleggio: 22-23. Ancora Pinto ed è match-ball per Albese che la spunta. Una vittoria strepitosa e importante per la classifica. Il tabellino del match:

IPAG MONTECCHIO-TECNOTEAM ALBESE 1-3 (16-25, 23-25, 25-22, 23-25)

MONTECCHIO: Jeremic, Muraro, Mistretta, Frigerio, Bartolucci, Mazzon, Magazza, Brandi, Bortoli. All: Amadio

ALBESE: Ghezzi, Veneriano, Lualdi, Cialfi, Scurzoni, De Nardi, Gallizioli, Bocchino, Zanotto, Oikonomidou, Baldi, Pinto, Mocellin, Nardo. All. Mucciolo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: Guerriere di nome e di fatto, la Tecnoteam Albese espugna Montecchio Maggiore

QuiComo è in caricamento