Una cancellata tra stadio e giardini. A rischio anche Como-Ascoli

I lavori dentro e fuori dal Sinigaglia continuano, ma la certezza di esordire in casa con l’Ascoli la società comasca ancora non l’ha data. Mancano una decina di giorni alla prossima partita casalinga degli azzurri, che a Como o Novara è...

I lavori dentro e fuori dal Sinigaglia continuano, ma la certezza di esordire in casa con l’Ascoli la società comasca ancora non l’ha data. Mancano una decina di giorni alla prossima partita casalinga degli azzurri, che a Como o Novara è fissata per il 3 ottobre. In questi giorni si stanno completando i lavori all’esterno: sta infatti prendendo vita nelle ultime ore una barriera di sicurezza che delimita la zona stadio dai giardini a lago. Verrà fatta una proposta da parte della società comasca di lasciare fisse le transenne, ma sia Questura che Comune difficilmente accetteranno. Dunque più verosimilmente le barriere verranno posizionate prima delle partite e spostate alla fine. Operazioni delle quali dovrà occuparsi la società Calcio Como.

Infine, bisogna ancora attendere per capire se (o quando) finalmente si potrà esordire nel proprio stadio. I tifosi ovviamente non sono contenti, e contro il Trapani hanno più volte fatto capire che questa situazione deve finire a breve, perché tutti sanno quanto sia importante ritornare a giocare al Sinigaglia di Como. Insomma un inizio di stagione movimentato, che ha influito non poco sulla campagna abbonamenti azzurra e probabilmente anche sui risultati della squadra di Sabatini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Torna su
QuiComo è in caricamento