Sabato, 23 Ottobre 2021
Sport Piazza Alessandro Volta, 44

Como, premio Panathlon Giovani: la vincitrice è Alessia Giordano

Sedicenne di Solbiate, è campionessa europea e italiana di twirling

E’ la campionessa di twirling Alessia Giordano, 16 anni di Solbiate la vincitrice della 28esima edizione del Premio Panathlon Giovani.
Il riconoscimento da quest’anno accosta il suo nome a quello di Banca Generali, con il supporto dell’associazione comasca LarioIN.

La vincitrice

Nata a Como il 17 settembre 2001, Alessia vive a Solbiate e frequenta la classe seconda del liceo linguistico al  “Terragni” di Olgiate Comasco. Dall'età di 8 anni Alessia pratica il twirling (disciplina ginnica caratterizzata dall'uso del bastone, pratica molto simile a quella delle più note majorettes) con il Gruppo folcloristico di Montano Lucino. La 16enne di Solbiate è stata scelta da un’apposita commissione in virtù dei suoi meriti scolastici e sportivi.
Tra quelli sportivi, nel 2017 si è aggiudicata il titolo di campionessa europea in Croazia nella categoria Junior e a giugno si è laureata campionessa italiana. 
Nel 2018 parteciperà al campionato mondiale in Norvegia, sia con la specialità individuale che di squadra.
Difficile conciliare studio e sport, ma Alessia per il momento sembra farcela molto bene, seppure con qualche sacrificio compensato dalla passione per questa disciplina: "Mi alzo ogni mattina presto per ripassare, - ha spiegato la giovanissima atleta- mi alleno ogni giorno almeno 2 ore, sia nel twirling che nella danza classica e alla domenica faccio 5 ore di allenamento con il team nazionale".

Il premio 

Il premio è stato istituito allo scopo di promuovere l'attività sportiva fra gli studenti, intesa come elemento formativo della persona ed al fine di segnalare i giovani che, con serietà d'impegno, riescono a coniugare lo sport con la primaria esigenza dell'istruzione e formazione. E’ riservato a tutti gli studenti e le studentesse che frequentano scuole secondarie di primo e secondo grado residenti o domiciliati nel territorio di Como e provincia. Il premio, dell’importo di mille euro donati da Banca Generali, viene assegnato allo studente/atleta meglio distintosi nelle discipline sportive praticate e nello studio.
"Con i soldi vinti in parte coprirò le spese di viaggio per il mondiale - ha detto la vincitrice - in parte li utilizzerò per un viaggio studio all'estero che volevo fare da tempo".
La premiazione ufficiale avverrà giovedì 14 dicembre all’Hotel Palace di Como.

La sinergia tra Panathlon e Banca Generali

Novità di quest’anno è il legame tra il Panathlon Club di Como e Banca Generali. Come hanno spiegato durante la conferenza stampa svoltasi martedì 12 dicembre nella nuova sede di Banca Generali in piazza Volta 44, l’associazione e la prima banca private di Piazza Affari hanno deciso di dare vita a un connubio che si fonda sulla condivisione dei medesimi principi: in primis il riconoscimento del valore etico e culturale dello sport, inteso come strumento di formazione della persona, e in questo caso in particolare dei giovani.
“Il Panathlon parte dall’idea che se diamo ai giovani dei valori positivi legati al mondo e alla pratica dello sport – spiega il presidente dell’associazione comasca Achille Mojoli – poi questi rimarranno loro per tutta la vita come principi guida in ogni azione. E’ la filosofia del progetto “Etica per la Vita”, attraverso il quale vogliamo sviluppare e sostenere i sani principi come modello di educazione e crescita a partire dai ragazzi”. Da qui l’iniziativa che ha portato il Panathlon a stilare la “Dichiarazione sull’etica nello sport giovanile” e la “Carta dei doveri del genitore nello sport”, che il sodalizio sta diffondendo tra scuole e società sportive affinchè venga diffusa, condivisa e sottoscritta da tutti coloro che gravitano attorno al mondo sportivo giovanile.
“Siamo felici di affiancarci a Panathlon per una iniziativa che valorizza la pratica sportiva unita all’impegno e alla costanza dei giovani del nostro territorio – dichiara Guido Stancanelli, District Manager di Banca Generali, che aggiunge – siamo convinti che concetti come passione, correttezza e dedizione siano fondamentali non solo nello sport ma anche nella vita di tutti i giorni, tanto che li abbiamo voluti far nostri e ci guidano nel nostro lavoro al fianco delle famiglie per aiutarle a prendersi cura dei patrimoni e realizzare i loro progetti di vita”.
Da questa comunione di principi e intenti è nata la collaborazione tra Panathlon e Banca Generali e questo premio ne è la concretizzazione. Una sinergia che – questa è la volontà – rimarrà costante negli anni. A questo connubio si associa anche LarioIN: l’iniziativa è infatti in linea con quanto fatto fin dalla sua nascita dall’associazione comasca, che lega il suo nome a iniziative culturali di solidarietà che abbiano ricadute positive sul territorio comasco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, premio Panathlon Giovani: la vincitrice è Alessia Giordano

QuiComo è in caricamento