menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paolo, delfino d'acqua dolce: un corto racconta il campione (comasco) "Diversamente invincibile"

https://www.youtube.com/watch?v=dkzVoujWM18&feature=youtu.be Sono sempre le storie a fare la differenza, oltre i muri delle ipocrisie, dei buonismi a buon mercato, delle commozioni che si dimenticano in un paio di respiri profondi. E questa...

https://www.youtube.com/watch?v=dkzVoujWM18&feature=youtu.be

Sono sempre le storie a fare la differenza, oltre i muri delle ipocrisie, dei buonismi a buon mercato, delle commozioni che si dimenticano in un paio di respiri profondi. E questa è una grande storia, intensa, totale. Non è solo una storia sulla sfida e sul riscatto ma un racconto che riformula completamente il senso di idee e parole, spesso travisate, come "compassione" o "pietà". Questa è una storia di eccellenza, di forza ma anche - per fortuna - di grande normalità.

Questa è un'avventura per immagini e parole che racconta la speranza e l'anima di un ragazzo capace di superare barriere e abbattere ostacoli. E' Paolo Zaffaroni, 18 anni di Beregazzo con Figliaro, affetto dalla sindrome di Down, grande nuotatore. Pluricampione mondiale di nuoto (3 record juniores, oro ai mondiali in Messico nei 200 rana), in tutti gli stili Paolo è considerato il più talentuoso nuotatore nella sua categoria a livello mondiale. Paolo incontra quelli che diverranno i suoi mentori: Leo Callone (conosciuto come il "Caimano del Lario, 50 anni di carriera, qui abbiamo raccontato l'ultima sua prodezza, 100mila km a nuoto alle spalle, ha affrontato la Manica, è stato il primo ad attraversare il lago di Loch Ness), e Danilo Bernasconi, detentore del Record Mondiale di permanenza sott'acqua, con 50 ore e 6 minuti.

Dopo i successi nel nuoto Paolo decide di superare un altro confine (in questo caso meglio dire: azzerare) forse più duro, certamente più complesso, non solo dal punto di vista fisico: la subacquea. Non tutte le persone con sindrome di Down, infatti, possono immergersi con serenità poiché sono necessarie straordinarie capacità di concentrazione e disciplina. Questa nuova prova è diventata il racconto di due filmakers comaschi, Donatella Cervi e Lorenzo Venturini. Un racconto arricchito dai contributi dello scrittore Andrea Vitali, del giornalista Rai Franco di Mare e del cantautore Simone Tomassini.

Il Corto è stato selezionato tra oltre 1.100 opere al EXSPORT Movies e Tv 2015 - FICTS, Festival Internazionale del Cinema per lo Sport di Milano (per l'assegnazione o della "Guirlande d'Honneur 2015" o della "Mention d'Honneur 2015) che quest'anno si svolge nella settimana conclusiva di EXPO, a Brera. Partecipa inoltre a festival Nazionali e Internazionali, è già stato premiato con la Menzione d'Onore al Festival Internazionale del Cinema per lo Sport di Buenos Aires (Argentina), per gli alti valori sportivi e sociali contenuti nel film, tra l'altro è stato scelto per essere proiettato in tutte le scuole di Buenos Aires. La proiezione del Corto è giovedì 29 ottobre alle 19.15 a Milano, Via Brera 15 - palazzo Cusani, sala verde. Accesso libero ma con accredito.

Scheda Tecnica:

Corto: Durata 15'

Produzione: Associazione Mediacreative

Regia: Donatella Cervi

Riprese subacquee: Lorenzo Venturini

Fotografo di scena: Lorenzo Venturini

Montaggio: Donatella Cervi

Voce fuori campo: William Angiuli

Sound Track: Corrado Gioppi

Interpreti: Paolo Zaffaroni, Danilo Bernasconi, Leo Callone

Contributi: Andrea Vitali - scrittore; Franco Di Mare - giornalista e conduttore RAI; Simone

Tomassini - cantautore

Link Trailer su youtube: https://youtu.be/dkzVoujWM18
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

WeekEnd

Le 10 migliori gite al Lago di Como e dintorni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento