Sport

Pallacanestro Cantù, vittoria al PalaTiziano

Attenzione: la Lenovo passa a Roma (77-66) e ha il match point nelle sue mani. I canturini espugnano il PalaTiziano al termine di una gara praticamente perfetta e ribaltano completamente la serie con Roma, serie che adesso vede i brianzoli in...

Attenzione: la Lenovo passa a Roma (77-66) e ha il match point nelle sue mani. I canturini espugnano il PalaTiziano al termine di una gara praticamente perfetta e ribaltano completamente la serie con Roma, serie che adesso vede i brianzoli in vantaggio per 3-2. Martedì sera al Pianella è in programma gara 6 che sicuramente non sarà una formalità, ma che vede Cantù nettamente favorita per conquistarsi un posto nella finale per lo scudetto di basket. Ma ieri sera a Roma la Lenovo ha costruito un piccolo capolavoro perché è stata capace - al contrario di ciò che aveva fatto nei precedenti due incontri nella Capitale - di scappar via come una lepre e poi di non farsi più riprendere. In grande evidenza Puetro Aradori (18 punti), ma anche Leunen, protagonista asosluto degli ultimi due quarti, Tyus e l'inossidabile capitan Mazzarino.

Pronti via ed è la solita bruciante partenza della Lenovo che piazza un 8-0 poi un 10-2 costringendo coach Calvani a chiedere time out dopo appena 2 minuti e mezzo. Ma non basta: Aradori è ispirato e mette tre bombe di fila in appena 4' di gioco fino al 17-9 del 6'. A quel punto l'Acea si scuote e piazza un parziale di 10-2 che porta il punteggio in perfetto equilibrio alla fine del primo quarto.

Si ricomincia così come si era finito: Roma spinge ancora arrivando al 24-21 prima di smarrirsi, nonostante Trinchieri debba togliere dal legno Tyus già gravato di tre falli. Ma Cantù ha voglia di stare aggrappata alla gara con i suoi piccoli (Mazzarino, Ragland e Aradori) e mette a referto un 9-0 che la porta al +6 sul 30-24. La zona machiavellica di Roma non sembra avere gli effetti sperati e la Lenovo chiude il tempo prima dell'intervallo lungo sul 38-33 ampiamente meritato. La ripresa è all'insegna di Leunen che mette due bombe di fila e porta i suoi al +9 (44-35). Cantù è tonica, lotta su ogni pallone, ma va detto che ad aiutarla c'è, dall'altra parte, un'Acea in perenne lite con il canestro, a cominciare dall'Mvp del campionato, Gigi Datome. Ma la Lenovo gestisce bene il quarto e lo chiude sul 53-44. L'ultima frazione è praticamente senza storia con i brianzoli che, finalmente, non si fanno prendere dalla frenesia e gestiscono con sapienza il vantaggio: è ancora una volta Leunen con cinque punti di fila a ricacciare indietro gli avversari. Ma stavolta non c'è trippa per i romani e Cantù chiude facile sul 77-66. E adesso si torna al Pianella: il sogno può continuare.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallacanestro Cantù, vittoria al PalaTiziano

QuiComo è in caricamento