Pallacanestro, Cantù sbanca Cremona

Vittoria di squadra al terzo successo stagionale per la San Bernardo

Acqua San Bernardo Cantù

L’Acqua S.Bernardo vince in trasferta al il “PalaRadi” di Cremona, cogliendo una favolosa vittoria di squadra, la terza stagionale in LBA su sei incontri disputati. Vanoli al tappeto e referto rosa per Cantù, che si impone con un rotondo 78 a 54 finale.

È un’Acqua S.Bernardo con gli effetti speciali quella capace di imporsi sulla Vanoli nel posticipo della settima giornata di LBA. Con grande autorità e concretezza per tutti i 40’ di gioco. Tanti gli eroi della serata canturina, a tratti perfetta, con quattro giocatori in doppia cifra. Wilson il top scorer con 21 punti, a referto con un chirurgico 5/6 da tre; 13 per Clark, 11 per Young e 10 per un Hayes quasi a ritmi di tripla doppia, protagonista anche con 8 rimbalzi catturati e 6 stoppate. Ai locali non bastano i 25 della coppia Saunders-Sobin.

Di seguito il commento di coach Cesare Pancotto, capo allenatore biancoblù con un passato nella società cremonese:

«Prima di qualsiasidichiarazione voglio rimarcare il grande rispetto che nutro nei confronti della Vanoli. Poi, devo dire di essere davvero molto dispiaciuto per l’infortunio accorso a un grande campione come Travis Diener. Infine, rivolgo i miei più sinceri ringraziamenti al pubblico cremonese per i quattro anni che abbiamo trascorso insieme e per avermi fatto vivere tante emozioni anche nella giornata di oggi. Quanto alla partita, mi complimento con i miei giocatori, che in settimana si sbattono sempre in allenamento e una gara come quella di questa sera se la meritavano davvero. Nella conferenza stampa pre partita avevo detto che avremmo dovuto aggredirli per non essere aggrediti e ci siamo riusciti. Abbiamo disputato una partita importante: decisiva è stata la nostra difesa, che ci ha permesso di tenere Cremona a basso punteggio, così come ad essere decisivi sono stati anche i nostri rimbalzi catturati, seppur solo due in più rispetto a quelli dei nostri avversari. Imporci a rimbalzo ci ha permesso di eliminare tutti quei secondi tiri che ci avrebbero potuto fare malissimo. Inoltre, voglio soffermarmi anche sull’ottimo lavoro di intimidazione da parte di Kevarrius Hayes, che all’interno dell’area è stato fantastico, andando a referto con sei stoppate, anche se io ne conto almeno otto. Ma anche in attacco abbiamo disputato una grande partita. Stiamo seguitando nel far crescere i nostri giovani e, visto che di iniezioni di esperienza non ne possiamo fare, questa vittoria è per loro sicuramente una bella vitamina».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nei bordelli ticinesi sconti per gli italiani: anche così si combatte la crisi

  • Svizzera, l'Iceberg di Lugano riaccende le luci (rosse)

  • Tenta di stuprare una ragazza sul treno Chiasso-Como-Milano, ma lei reagisce e lo fa scappare

  • Litiga con un altro automobilista e gli disfa la macchina a pugni: è un comasco

  • Incidente in galleria a Cernobbio: viabilità al collasso

  • Nuovo supermercato in arrivo a Cernobbio

Torna su
QuiComo è in caricamento