menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Como incassa un poker di gol dall'Ascoli

Il Como incassa un poker di gol dall'Ascoli

Pagelle Como: contro l'Ascoli l'unico sufficiente è Sbaffo. Difesa disastro

Pesantissima sconfitta per il Como nonostante un avvio pimpante nelle prime battute di gioco grazie al peso specifico dell'attacco con il trio Gerardi-Ebagua-Sbaffo, imbeccati da Bessa e ben supportati da Madonna e Marconi e capaci di creare...

Pesantissima sconfitta per il Como nonostante un avvio pimpante nelle prime battute di gioco grazie al peso specifico dell'attacco con il trio Gerardi-Ebagua-Sbaffo, imbeccati da Bessa e ben supportati da Madonna e Marconi e capaci di creare scompiglio nella retroguardia ascolana. Almeno due le occasioni per passare in vantaggio con Ebagua e Sbaffo, ma dopo questi sprazzi è arrivato il blackout. L'Ascoli ha preso possesso della metà campo azzurra e nel giro di 2 min ha segnato due volte approfittando dell'assenza di un filtro adeguato tra il centrocampo, orfano di un uomo per supportare l'attacco a tre, e la difesa che ha sofferto le incursioni delle ali e delle punte bianconere. In 120 secondi, quindi, il Como di fatto è sparito da campo andando sotto di due reti, peraltro evitabili. Accusato il contraccolpo, la squadra ha comunque tentato di rialzarsi riaffacciandosi nella metà campo ascolana, ma con meno lucidità rispetto ai primi venti minuti.

La speranza era che, approfittando dell'intervallo, il Como trovasse le forze per la riscossa e invece il secondo tempo è stato addirittura peggio, se non proprio disastroso. Gli azzurri non soltanto hanno subito altre due reti ma non hanno mai dato l'idea di potersi rendere pericoloso. Zero idee in attacco, poche e confuse quelle a metà campo - dove solo Bessa ha provato a inventare qualcosa senza grandi risultati - e così è stato l'Ascoli a banchettare approfittando della giornataccia del reparto difensivo. La sintesi della partita, terminata con un sonoro 4 a zero, è stata la botta di Sbaffo al 27esimo minuto con cui il portiere avversario ha effettuato la sua prima "vera" parata di tutti i 90 minuti.

Unica nota positiva del match, l'ingresso di Ganz, con la speranza che possa ripetere le prestazioni che tanto lo hanno fatto amare in riva al Lario. PAGELLE SCUFFET 5 - Forse incolpevole su due dei quattro goal incassati, ma non basta questo a portare a casa la sufficenza. BORGHESE 4,5 - Si azzera dopo la bella prestazione contro il Novara. Soffre molto le agili punte ascolane ed è colpevole con Cassetti sul primo goal, quando perde completamente Gironi. Sbaglia il disimpegno dando il là al raddoppio ascolano. CASSETTI 4,5 - Prova pessima per l'esperto difensore. Chiamato a mostrare la propria leadership su tutta la retroguardia, perde le marcature in almeno 3 delle 4 sberle prese. GARCIA TENA 5 - Insufficente come i suoi compagni. CASOLI 5 - Insufficente come i suoi compagni sulla mediana: tanta corsa ma nulla di più MINOTTI 5,5 (dal 19esimo del secondo tempo) Entra per mettere ordine in un centrocampo senza idee, ma la situazione ormai compromessa fa sì che il suo apporto non sia dei migliori. MADONNA 5 - Prestazione incolore, tanta corsa ma poche idee. Accompagna la manovra per i primi minuti ma non offre alcuna copertura in fase di disimpegno spegnandosi insieme ai suoi compagni di reparto. BENTIVENGA 5 (dal 46esimo) Chiamato in causa per dare la scossa necessaria a raddrizzare la partita non riesce a imporsi e soffre il pressing degli avversari. MARCONI 5 - Non bastano i polmoni per vincere le partite, occorrono anche le idee e oggi non c'è ne sono state molte. Colpevole sul 3° e sul 4° goal degli ospiti dove si dimentica dei suoi avversari. BESSA 5,5 - E' il cervello del Como ma oggi è stato colpito da una fastidiosa emicrania. Parte bene per poi spegnersi durante la gara. SBAFFO 6 - Parte bene come tutto il reparto d'attacco ma soffre la giornataccia del centrocampo tanto da andare a cercarsi palla nella sua metà campo. Sua l'unica palla goal nella ripresa. E' l'unico a rendersi seriamente pericoloso durante la partita. Corre e lotta per tutti i 90 minuti, cercando la sfera nella sua metà campo. EBAGUA 5,5 - Partita di sostanza e di sacrificio per la "Pantera". Lotta su tutti i palloni che gli capitano e cerca la sponda per i compagni. Però si rende pericoloso in poche occasione il che è grave per una punta. GANZ (33st) sv GERARDI 5,5 - Ci prova in tutte le salse, va vicino al goal in paio di occasioni ma nulla di più. Diventa tutto più difficile quando non arrivano idee dalla trequarti. Enrico Colombo
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

social

Torna il ristorante Dinner in the Sky sul lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento