Non solo basket per il nuovo palazzetto di Cantù. Un centro polifunzionale con ristoranti e negozi

Sarà un palazzetto polifunzionale quello che potrebbe nascere in via Giovanni XXIII a Cantù. Questa mattina è stato presentato quello che ancora è un progetto preventivo della struttura che ospiterà la Pallacanestro Cantù. Il sindaco Claudio...

Sarà un palazzetto polifunzionale quello che potrebbe nascere in via Giovanni XXIII a Cantù. Questa mattina è stato presentato quello che ancora è un progetto preventivo della struttura che ospiterà la Pallacanestro Cantù. Il sindaco Claudio Bizzozzero, Anna Cremascoli presidente della società brianzola, Andrea Mauri di TIC e la presidente russa di Sport expo Irina Gerasimenko, hanno messo in chiaro quale sia la situazione allo stato attuale. In pratica nascerà, i tempi non sono stati ancora divulgati, il nuovo palazzetto dello sport canturino, un centro che non ospiterà solo la pallacanestro, bensì anche ristorazione, bar e palestra con SPA. L’impianto avrà una capienza di 5500 persone e per i concerti potrà arrivare anche a 8000, al suo interno verrà creato un museo della Pallacanestro Cantù, oltre ad un campo di allenamento che sarà sfruttato anche dalle giovanili biancoblu.

La spesa è stimata verosimilmente sui 15 milioni di euro dove più o meno 3 milioni verranno messi dal comune mentre i restanti dalla società russa. Al momento si hanno gli investitori e il sì della società Pallacanestro Cantù, quello che manca è il piano economico che sarà appunto il prossimo step ed inoltre il sì della giunta comunale. Non ci sono state promesse da parte di nessuno, e questo potrebbe sicuramente essere un bene, visto che nelle scorse due edizioni del capitolo palazzetto si è fatto un gran parlare ma poi non si è approdati a nulla di concreto. Nessuno ha voluto sbilanciarsi più di tanto: Andrea Mauri di Tutti Insieme Cantù ha dichiarato: “Non faremo nessuna celebrazione del primo mattone, semmai la faremo quando posizioneremo l’ultimo”.

La russa Irina Gerasimenko, moglie del multimiliardario Dmitri Gerasimenko ha spiegato: “Sappiamo bene quanto a Cantù sia importante la pallacanestro. Vogliamo fare questo impianto perché sicuramente sarà un bell’investimento e dovrà diventare un punto di riferimento per tutta la Lombardia non solo per Cantù o Como. Abbiamo già molta esperienza in questo settore, amiamo il basket, mio marito gioca in una squadra russa, e siamo sicuri che questo sia il posto giusto per fare una cosa del genere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento