Sport Viale Giuseppe Sinigaglia

Sanzioni per gli scontri Como-Varese: partita a porte chiuse per gli azzurri

Sanzione di 2.500 euro e una giornata di squalifica per il mister Roberto Cau

Una partita di campionato a porte chiuse e 2.500 euro di multa. Sono le sanzioni che dovrà pagare il Calcio Como per gli scontri tra tifosi avvenuti allo stadio Franco Ossola di Varese domenica 10 settembre 2017. Il giudice sportivo ha motivato le sanzioni nel seguente comunicato post partita: "Per avere propri sostenitori scavalcato le recinzioni che delimitavano il loro settore per entrare in contatto con la tifoseria avversaria dando luogo a scontri che rendevano necessario l'intervento delle forze dell'ordine e la sospensione della gara per circa 4 minuti".

Il giudice sportivo ha poi spiegato che alcuni tifosi del Como hanno "introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico (1 bomba carta) fatto esplodere nel settore ad essi riservato con forte deflagrazione e lanciato alcuni fumogeni all'indirizzo della tifoseria avversaria.
Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica
dei presenti".

Stesse acuse per il Varese Calcio ma multa di 1.800 euro anziché 2.500. Squalificato per una gara l'allenatore del Calcio Como, Roberto Cau.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanzioni per gli scontri Como-Varese: partita a porte chiuse per gli azzurri

QuiComo è in caricamento