Lunedì, 20 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lenovo Cantù ancora in gioco: battuta Sassari

La Lenovo rimette in piedi la serie vincendo gara 3 dei quarti di finale al Pianella sul Banco Sardegna con il punteggio di 73-71. Una partita complicata e sudata quella dei canturini orfani di Aradori per infortunio e di Cusin per scelta tecnica...

La Lenovo rimette in piedi la serie vincendo gara 3 dei quarti di finale al Pianella sul Banco Sardegna con il punteggio di 73-71.

Una partita complicata e sudata quella dei canturini orfani di Aradori per infortunio e di Cusin per scelta tecnica. Una gara strana vissuta soprattutto su una serie di allunghi dei brianzoli, sempre rintuzzati dagli ospiti. Ma nel finale palpitante i ragazzi di Trinchieri sono riusciti a constare un margine di due punti che vale oro. Il primo quarto vive di strappi: prima Cantù che allunga fino al +7 sul 17-10, poi quello di Sassari che, con la complicità di due pasticci in attacco dei brianzoli, ricuce le distanze sono al 18-16 della fine del tempo. Il secondo quarto si apre con la Lenovo che innesta le marce alte: una bomba di Mazzarino e cinque punti in fila di Mancinelli consentono ai padroni di casa di allungare fino al +11 del 31-20. Ma ancora una volta Sassari è brava a rientrare approfittando degli errori marchiani che Cantù commette in attacco e piazza un 8-0 pesante. La partita diventa un tiro al bersaglio con frequenti tiro da oltre l'arco e il tempo si chiude sul 42-32 per i brianzoli. E anche all'inizio della ripresa la Lenovo spreca un margine importante di 12 lunghezze (44-32) smarrendosi quando avrebbe potuto uccidere la gara. Sassari ringrazia e con un parziale di 12-2 si riporta sotto di due soli punti sul 46-44. La fisionomia è sempre la stessa: Cantù che allunga e il Banco di Sardegna che ricuce grazie alle troppe palle perse e a qualche esagerazione in attacco di Ragland a tratti insistente ed eccessivo nei personalismi. La chiusura del quarto è ancora in grande equilibrio: 55-53. La Lenovo ha avuto mille occasioni per mettere la gara in freezer e sinora le ha sprecate tutte. E gli ultimi dieci minuti hanno poco di diverso rispetto ai primi 30: i brianzoli vanno sul +7 prima di offrire agli ospiti l'opportunità di rientrare sino al pareggio che scaturisce a 2' dalla fine sul 67-67. Sacchetti mette i suoi a zona e Cantù fatica a trovare il canestro, ma Brooks e Tyus da sotto portano i brianzoli sul 72-68. A 5 secondi dalla fine l'ex Thornton infila dall'angolo la bomba del meno 1 e dall'altra parte Tabu segna uno solo dei liberi a 4 secondi dalla sirena. Sul 73-71 l'ultima palla è per Travis Diener che tenta la bomba del sorpasso ma viene stoppata da Brooks.
Si parla di

Video popolari

Lenovo Cantù ancora in gioco: battuta Sassari

QuiComo è in caricamento