La partita che non ti aspetti: il Como batte lo Spezia 4-0

Cala il sipario sul Sinigaglia dopo la partita contro lo Spezia finita 4-0 per i ragazzi di mister Cuoghi. Como in campo con l'intento di onorare al meglio la maglia azzurra, Spezia dal canto suo, determinato a migliorare la sua posizione in...

Le pagelle di Como-Brescia: sconfitta immeritata

Cala il sipario sul Sinigaglia dopo la partita contro lo Spezia finita 4-0 per i ragazzi di mister Cuoghi. Como in campo con l'intento di onorare al meglio la maglia azzurra, Spezia dal canto suo, determinato a migliorare la sua posizione in classifica in vista dei playoff. Le sorprese in questo “giorno dell'orgoglio” iniziano subito, perché il primo tempo è di quelli che non ti aspetti con il Como che va al riposo avanti per tre reti a zero sui liguri.

Partita piacevole e divertente con le squadre che giocano a viso aperto con il Como capace (strano ma vero) di capitalizzare al meglio le occasioni da gioco costruite. Lariani in palla per i primi 15 minuti e graziati dagli spezzini prima con Calaiò, che dopo una maciata di secondi scheggia la traversa con un pallonetto, poi con Situm che da buona posizione manda a lato al 10° minuto. Como in vantaggio al 20° minuto con Ganz che sorprende Chichizola con un tiro da fuori (senza troppe pretese) che coglie la base interna del palo carambolando in rete. Quando già ci si aspettava il pronto pareggio dei liguri, i regazzi di mister Cuoghi mettono in ghiaccio la partita andando in rete altre due volte: Giosa al 28° batte Chichizola finalizzando al meglio un calcio di punizione di Bessa; è ancora l'esterno brasiliano a propiziare la terza rete azzurra, lanciando Ganz che dopo aver driblato Terzi, batte Chichizola per la terza volta. Chapeau!

Spezia che prova a riaprire il match al 42° con Calaiò che trova sulla sua strada un super Scuffet. Ripresa che si apre con lo Spezia sbilanciato in avanti per riaprire il match, ma è ancora il Como ad andare nuovamente in rete con Madonna al 14°minuto, bravo a coronare una ripartenza fulminea di Ambrosini ed orchestrata al meglio da Bessa e Ganz per il 4-0 finale.

In una giornata come questa c'è spazio anche per qualche lacrima quando al 34°minuto Cuoghi toglie Ganz regalandolgi il tributo che merita del suo stadio, con una standig ovation da brividi, a coronamento di due anni fantastici per il giovane bomber. Como che saluta i suoi tifosi, veri eroi in questa stagione maledetta, con una vittoria netta, frutto di una prestazione di carattere, onorando al meglio la casacca azzurra. Sotto le note di “Azzurro” di Celentano, c'è il saluto del popolo del Sinigaglia ai giocatori del Como, oltre all'arriverci alla categoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento