Sport

La Cremascoli sul "divorzio" da Bennet: "Per noi una tegola in testa"

“Non posso che prenderne atto, ma onestamente per noi è stato come un fulmine a ciel sereno”. Non nasconde il suo stupore,  Anna Cremascoli, presidente della Pallacanestro Cantù, per la decisione dei vertici di Bennet di sciogliere il sodalizio...

bennet-cantu-sponsor

"Non posso che prenderne atto, ma onestamente per noi è stato come un fulmine a ciel sereno". Non nasconde il suo stupore, Anna Cremascoli, presidente della Pallacanestro Cantù, per la decisione dei vertici di Bennet di sciogliere il sodalizio con la società brianzola. Una società che è vicecampione d'Italia e che quest'anno ha portato sui più prestigiosi parquet d'Europa il marchio della catena di supermercati comaschi. "Bennet - afferma Anna Cremascoli - aveva due anni di contratto più l'opzione per il terzo e tutto lasciava pensare che avrebbe esercitato tale opzione. In realtà, circa un mese fa, lo sponsor ci ha comunicato di aver deciso per un disimpegno e questo nonostante i risultati più che positivi ottenuti nel biennio. Niente faceva pensare a questa decisione, nessuna avvisaglia di alcun tipo. Così abbiamo cercato di capire qualcosa di più".

E quali potrebbero essere le ragioni?

"Questo dovete chiederlo a loro. Per quanto mi riguarda resta solo lo stupore".

Ma potrebbero essere di carattere economico?

"Non penso. Bennet è un gruppo talmente grande e in espansione che non credo a questa ipotesi. Ma francamente la ragione non l'abbiamo capita neppure noi".

Non pensa sia stata una comunicazione un po' intempestiva, proprio alla vigilia dei playoff?

"Guardi, se devo essere sincera mi preoccupano più gli infortunati dello sponsor. E mi riferisco a Micov, Shermadini e Scekic. Tutti sanno come lavoriamo e la squadra è più che mai unita. No, non credo proprio in eventuali ripercussioni negative in campo".

E adesso?

"Adesso ne troveremo un altro, anche se per noi è stata una vera e propria tegola. Però ufficializzarlo adesso ci consente elmeno di avere qualche mese in più di tempo per cercare un'alternativa. Tutti sapevano e pensavano che Bennet avrebbe rinnovato anche per l'anno prossimo e quindi non ci contattavano neppure. Adesso ogni situazione è alla luce del sole".

Il comunicato diffuso viene definito congiunto, ma par di capire che sia unilaterale?

"Noi abbiamo solo preso atto della loro decisione. Le altre considerazioni le lascio agli altri".

Insomma, Anna Cremascoli non fa nulla per nascondere la delusione per questo divorzio del tutto inatteso. Ma, una cosa è certa: non sono previsti ridimensionamenti, anzi se possibile la proprietà cercherà uno sponsor ancora più importante per combattere i colossi Montepaschi e Armani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cremascoli sul "divorzio" da Bennet: "Per noi una tegola in testa"

QuiComo è in caricamento