Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

I tifosi del Como dicono basta: "Chiediamo rispetto dalla squadra"

Dopo la sconfitta di sabato contro la Pro Vercelli per 2-0, i tifosi del Como hanno pubblicato su facebook un comunicato rivolto alla squadra: "Sapevamo che la B sarebbe stata dura, e proprio per questo abbiamo sempre cercato di supportare la...

Dopo la sconfitta di sabato contro la Pro Vercelli per 2-0, i tifosi del Como hanno pubblicato su facebook un comunicato rivolto alla squadra:

"Sapevamo che la B sarebbe stata dura, e proprio per questo abbiamo sempre cercato di supportare la squadra, compattandoci in curva e provando a spingere i blues alla vittoria con i mezzi a nostra disposizione: voce, grinta, passione, entusiasmo.

Anche oggi i tifosi presenti a Vercelli hanno provato a far sentire alla squadra, con la loro voce e il loro tifo, la fame di vittoria, la voglia di uscire da questa brutta situazione di classifica.

Purtroppo non è servito, e dopo il 2 a 0 dei padroni di casa è sopraggiunto, ovviamente, lo sconforto. Sconforto scaturito soprattutto dall'atteggiamento dimostrato dai giocatori in campo, mai entrati in partita: oggi doveva essere il match della scossa, del cambio di marcia, del "ci siamo anche noi". E invece, dal primo all'ultimo minuto, abbiamo dovuto assistere al monologo della Pro Vercelli, una squadra che, con tutto il rispetto, non è certo il Real Madrid.

Dopo 14 giornate di campionato, è arrivato il momento di tirare le prime somme. E i numeri sono impietosi: una vittoria, cinque pareggi, otto sconfitte. Ultimo posto e zona salvezza che si allontana sempre di più. Così non va bene. Il cambio allenatore è servito a poco, ed evidentemente il problema di questa squadra non era solo nella sua guida.

Noi, abituati a soffrire, non molleremo di certo, e fino alla fine sosterremo i nostri colori, certi che, a fine campionato, qualunque sia l'esito, saremo orgogliosi di aver dato l'anima per quella che è la maglia che amiamo. Pretendiamo che sia così anche per chi la maglia, invece, la indossa. Quello che è successo oggi è vergognoso: non solo l'assenza di grinta, di fame, di voglia di vincere messa in campo dalla squadra, ma la mancanza di rispetto verso chi, ogni settimana, macina chilometri per sostenere i propri colori è assolutamente intollerabile. Jakimovski e Gerardi oggi si sono permessi di insultare tutti i tifosi presenti, e non solo, con insulti e bacini irriverenti mandati alla curva. Inaccettabile.

Pretendiamo una presa di posizione dalla società, sempre che abbia voglia di dare ascolto ai propri tifosi.

A questo punto del campionato vorremmo sapere quali sono i piani della società, sempre che ci siano, per cercare di uscire da questa tragica situazione. Per questo chiediamo, entro questa settimana, un incontro con la società, per sentire cosa hanno da dire, e soprattutto per far sentire la nostra voce.

Siamo tornati in B dopo oltre dieci anni. E tutto non può essere già finito dopo appena tre mesi.

Chiediamo e pretendiamo RISPETTO."

- COMO SUPPORTERS -

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tifosi del Como dicono basta: "Chiediamo rispetto dalla squadra"

QuiComo è in caricamento