Como-Trapani, partita scialba. Le pagelle di QuiComo

Partita scialba e con poche emozioni, con le due squadre scese in campo più con l'obbiettivo di non prenderle. Si potrebbe riassumere così lo 0-0 andato in scena al “Piola” di Novara dove Como e Trapani si sono spartiti la posta in palio senza...

Meglio in difesa che in attacco: il Como pareggia con il Trapani 0-0

Partita scialba e con poche emozioni, con le due squadre scese in campo più con l'obbiettivo di non prenderle. Si potrebbe riassumere così lo 0-0 andato in scena al “Piola” di Novara dove Como e Trapani si sono spartiti la posta in palio senza colpo ferire. Ottima la prestazione della retroguardia lariana, arcigna e rocciosa nonostante la perdita del capitano Giosa dopo soli tre minuti (infortunio muscolare), trova nel subentrato Cassetti il leader naturale del reparto arretrato così che, per la prima volta dall'inizio del campionato, riesce a mantenere la propria porta inviolata non offrendo nitide occasioni al reparto avanzato ospite di offendere per tutti i 90'minuti. Se il comportamento della difesa è la nota positiva della giornata, altrettanto non si può dire del reparto avanzato, dove la manovra del Como in fase di impostazione è ancora acerba e imballata nonostante per tutti i 90' minuti Bessa e compagni abbiano cercato di mettere in pratica gli schemi provati ad Orsenigo. Buona l'intesa del duo Marconi-Scapuzzi che scodellano un paio di bei cross in mezzo all'area avversaria sui quali non riesce ad imporsi Ebagua costantemente accerchiato dai due centrali del Trapani; male invece l'intesa sull'altra fascia, dove Jakimovski e Benedicic fanno fatica ad impostare la manovra e a contenere le ripartenze ospiti. Come detto da Sabatini in conferenza stampa, la strada è ancora lunga e bisogna avere pazienza, la squadra c'è e migliora partita dopo partita.

Queste le pagelle di Como-Trapani

SCUFFET: 6 serata di ordinaria amministrazione per l'estremo difensore lariano che risponde “presente!” ogni volta che viene chiamato in causa, dando sicurezza a tutto il reparto arretrato.

GIOSA: sv pronti via e il Como deve subito rinunciare al suo capitano per un infortunio muscolare del quale verrà valutata l'entità nei prossimi giorni.

5' 1T CASSETTI: 6,5 buonissima prova dell'esperto difensore del Como, entrato a freddo non fa rimpiangere l'infortunato Giosa e prende il suo posto come leader del pacchetto arretrato; ottimo in fase di copertura e in fase di disimpegno dove, cerca sempre il compagno più libero nella tre-quarti avversaria. Come al “fantacalcio” l'ammonizione gli costa quel mezzo punto in più che avrebbe meritato.

BORGHESE: 6 prestazione convincente sia in fase di copertura che di disimpegno; la sua stazza ha garantito quei centrimeti in più in mezzo all'area di rigore.

GARCIA TENA: 6 segue in maniera ordinata l'andamento della retroguardia lariana offrendo una prestazione sufficnete senza strafare.

MARCONI: 7 decisamente il migliore in campo. Ottima l'intesa con Scapuzzi che, specie nel primo tempo da un bel da fare alla retroguardia ospite; pregevole anche in fase di copertura dove gli attaccanti ospiti non trovano molto spazio da quella parte.

SCAPUZZI: 6,5 buona prestazione offerta dal centrocampista comasco. Ottima l'intesa con Marconi per tutto il primo tempo, cala un po' nella ripresa per poi rianimarsi con l'ingresso di Ntow. Uno dei pochi ad avere l'occasione di portare in vantaggio il Como ma è frettoloso nella conclusione così che il suo colpo di testa è troppo debole e facile preda del portire.

BESSA: 6,5 è l'uomo in più del Como in mezzo al campo. Prova ad attuare gli schemi studiati ad Orsenigo ma la manovra rimane ancora acerba; ottimo il suo controllo palla e le sue aperture sulle fasce dove il duo Marconi-Scapuzzi ne accompagna la manovra.

BENEDICIC: 5 giornata no per il roccioso centrocampista messo in difficoltà più volte dall'accoppiata Barillà-Coronado che riesce ad arginare solo con le maniere forti guadagnandosi così il cartellino.

23' 2T BRILLANTE: 6 buona gara per il centrocampista australiano, il suo ingresso aggiunge quella compattezza e aggressività indispensabili in mezzo al campo. Lotta su ogni pallone senza risparmiarsi

JAKIMOVSKI: 5,5 muscoli e polmoni. Questa è la sintesi della sua gara, buono in fase di copertura e impostazione; entra in crisi quando finisce la benzina.

21' 2T NTOW: 6,5 entrato in campo nella ripresa per uno spento Jakimovski riesce a dare quella vivacità in più alla compagine lariana. Vera e propria spina nel fianco della difesa trapanese che a fatica riesce a contenere le sue sgroppate. Ottimo anche in fase di copertura.

EBAGUA: 5,5 prova opaca per il bomber lariano ancora in cerca della migliore condizione. Costantemente anticipato dalla retroguardia siciliana non riesce ad esprimersi sui suoi livelli. Sabatini nel post-partita ha detto che Ebagua ha bisogno di giocare per ritovare se stesso e la miglior condizione...il tempo è la miglior medicina

BENTIVENGA: 6 partito dall'inizo crea scompiglio nei primi 20'min alla solida retroguardia trapanese; cerca la sovrapposizione con i compagni e si fa apprezzare per qualche conclusione da fuori area che fanno venire i brividi ai tifosi ospiti. Sicuro investimento per il campionato vista la giovane età. Ricordiamo inoltre ai nostri lettori che è possibile votare i migliori tre giocatori per la “Coppa Borgonovo” sulla pagina Facebook “Quando il Como era il Como” cercando il post dedicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento