Lunedì, 15 Luglio 2024
Sport

Como simbolo di inclusione: sarà la tappa finale del Giro Handbike in Lombardia

Il 20 ottobre il lago ospiterà l'arrivo della competizione di ciclismo paralimpico

Il Giro Handbike, una competizione unica nel panorama del ciclismo paralimpico, ha raggiunto un traguardo significativo quest'anno con la sua centesima tappa. Questa prestigiosa gara, che dimostra come la disabilità non sia più un ostacolo nello sport e nella vita quotidiana, è stata presentata questa a Palazzo Pirelli dal presidente del consiglio regionale Federico Romani.

Una celebrazione dello sport inclusivo

La prima tappa lombarda del Giro Handbike si terrà domenica 14 luglio a Dairago (MI). Federico Romani ha sottolineato l'importanza di questo evento: “Il Giro Handbike è questa competizione unica nel suo genere, un punto di riferimento per il ciclismo paralimpico. È un evento che dimostra, ancora una volta come la disabilità non sia più un ostacolo. In qualsiasi sport, come nella vita di tutti i giorni”. Questa tappa segna anche il centenario della Società ciclistica Dairaghese, evidenziando l'energia e il dinamismo delle associazioni sportive lombarde.

Como tappa finale in Lombardia

Dopo Dairago, il Giro proseguirà in Lombardia con altre due tappe, a Pioltello e a Como. Quest'ultima avrà un ruolo speciale, ospitando la sesta e ultima tappa il 20 ottobre, sulle rive del suggestivo lago di Como. Questo evento finale sarà una celebrazione della resilienza e dello spirito competitivo dei paraciclisti, offrendo una vetrina unica per l'inclusione nello sport. Como, con la sua tappa finale, diventa quindi non solo un punto di arrivo, ma anche un simbolo di inclusione e speranza, dove lo sport diventa un ponte tra le persone, indipendentemente dalle loro abilità.

La voce degli organizzatori

Fabio Pennella, Presidente SEO, ha espresso il suo orgoglio per l'importante traguardo raggiunto: “Quest’anno tagliamo un importante traguardo: la centesima Tappa del Giro Handbike. Ben 14 anni di ininterrotta attività durante i quali abbiamo avuto modo di sperimentare, di proporre nuovi progetti e tappe internazionali e di spingerci oltre i nostri limiti, proprio come i nostri atleti”.

Testimonianze di resilienza

Mauro Scarpari, atleta bresciano e testimonial del progetto “Campioni di Vita”, ha condiviso la sua esperienza personale: “Per me il Giro Handbike è l’emozione della rinascita dopo l’incidente che ho subito in una gara di motocross. Fare sport, in particolare handbike, per una persona diversamente abile significa ripartire, ricominciare a vivere. E con l’handbike ho trovato la mia dimensione perché è uno sport duro, è sinonimo di fatica.”

Il percorso

Il Giro Handbike è partito il 17 marzo da Genova, Capitale Europea dello Sport 2024. Dopo la tappa di Monfalcone il 12 maggio, il Giro si sposterà in Lombardia per tre tappe cruciali, culminando con l'evento finale a Como. La penultima tappa si terrà a Pioltello (MI) il 22 settembre, seguita dalla tappa di Noicattaro, in provincia di Bari, il 6 ottobre.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como simbolo di inclusione: sarà la tappa finale del Giro Handbike in Lombardia
QuiComo è in caricamento