rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Basket

Playoff Serie A2: Udine batte Cantù in gara 3 e allunga la serie

L’Acqua S.Bernardo Cantù incappa in una serata negativa al tiro e non riesce a chiudere la serie in Gara 3

L’Acqua S.Bernardo Cantù incappa in una serata negativa al tiro e non riesce a chiudere la serie in Gara 3. Si tornerà in campo al PalaCarnera domenica alle 19:00 per la quarta partita.

LA CRONACA

Cesana, in quintetto al posto di un febbricitante Bucarelli, segna il primo canestro della partita dell’Acqua S.Bernardo. Partenza decisa di Udine, ma Baldi Rossi con 5 punti consecutivi riporta la gara in equilibrio. Monaldi è il protagonista di un mini-allungo finale dei bianconeri che chiudono avanti il primo quarto 20-16.

Udine inizia di nuovo con grande vigore e allunga fino a +8. Young sblocca l’Acqua S.Bernardo con due triple, Berdini lo segue e riporta il divario a un solo punto. Monaldi interrompe il parziale con una tripla che ribalta l’inerzia. Baldi Rossi e Alibegovic segnano gli ultimi punti, mandando così le due squadre al riposo sul 37-30.

Cannon e Alibegovic infilano immediatamente 9 punti consecutivi e l’APU vola sul +16. Cantù torna a segnare con Young e Hickey. Udine dopo un timeout ritrova ritmo e torna a pareggiare il suo massimo vantaggio. L’Acqua S.Bernardo continua a tirare con basse percentuali e Udine allunga ancora. Nel finale Young e Hickey accorciano a 59-46.

Ikangi segna subito un’altra tripla. L’Acqua S.Bernardo prova a invertire la rotta con Young e Nikolic, tornando sotto di dieci lunghezze. Nikolic chiude a canestro un contropiede, ma Monaldi ancora una volta si inventa la tripla che chiude il parziale di Cantù. Baldi Rossi tiene vive le speranze canturine, ma è sempre Monaldi da tre a mandare i titoli di coda. Udine allunga la serie a gara 4.

Il commento in conferenza stampa di coach Devis Cagnardi:

“È un peccato perché non abbiamo approcciato neanche tanto male, offrendo dei buoni stop difensivi. Il problema vero è che finiamo a – 7 il secondo quarto, con i nostri avversari che segnano 17 punti dopo aver catturato un rimbalzo offensivo. Hanno tirato molti più possessi di noi, per il semplice fatto che dopo che abbiamo fatto delle buone difese, loro hanno avuto la possibilità di fare un secondo tiro e questo fa tutta la differenza del mondo. Ha tolto a noi fiducia e ha aperto la forbice. All’inizio del terzo quarto, due nostri attacchi fatti male e due canestri loro hanno aperto ulteriormente questa forbice, che sono stati poi bravi a gestire. Devo dire che noi non abbiamo sicuramente offerto una buona partita, soprattutto a livello di percentuali. Abbiamo tirato male con qualche giocatore ma purtroppo capita. Bisogna però sapere che saranno sempre tiri contestati, sempre tiri con contatti e al limite del fallo come è normale e giusto che sia in una partita dei playoff. Quindi assolutamente nulla da recriminare sul metro arbitrale che ha concesso ai nostri avversari grande fisicità. Adesso ci riposiamo, riguarderemo la partita e ci buttiamo con la testa su gara 4 per prepararla al meglio”.

APU UDINE – ACQUA S.BERNARDO CANTÙ 76 – 60 (20-16, 17-14, 22-16, 17-14)

Acqua S.Bernardo Cantù: Baldi Rossi 9, Berdini 6, Nikolic 7, Nwohuocha N.E, Tarallo N.E., Bucarelli 2, Hickey 11, Burns 4, Moraschini 5, Young 14, Cesana 2.

APU Udine: Alibegovic 16, Cannon 7, Caroti 3, Arletti 4, Gaspardo 6, Delia N.E., De Laurentiis 6, Da Ros 3, Marchiaro N.E., Zomero N.E., Monaldi 19, Ikangi 12.

Arbitri: Bartoli, Cassina, Giovannetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff Serie A2: Udine batte Cantù in gara 3 e allunga la serie

QuiComo è in caricamento