Basket

Pallacanestro Cantù, arriva Pistoia: l’Acqua S.Bernardo vuole riscattare lo scivolone di Forlì

Coach Sacchetti: "Abbiamo fatto molta fatica nella gara d'andata a Pistoia. Veniamo da un ko e vogliamo subito riscattarci. In casa dell’Unieuro Forlì potevamo fare meglio"

Prima giornata di ritorno del Girone Giallo per l’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù. Alle 18 sul parquet di Desio arriva la Giorgio Tesi Group Pistoia.

All’andata i biancoblù hanno violato il fortino del PalaCarrara per 60-65, al termine di un match contraddistinto da un intenso agonismo difensivo da entrambe le parti. I biancorossi di coach Nicola Brienza hanno chiuso la stagione regolare con una media punti di 76,6 punti. In vetta alla classifica dei marcatori pistoiesi durante il campionato si è contraddistinta l’ala americana del ‘97 Jordon Varnado a quota 16,9.

A seguire: l’altro americano Zach Copeland (guardia del ’97 con 16,8), l’ala inglese del ‘98 Carl Wheatle (11,3) e il play del ‘92 Lorenzo Saccaggi (8,5). I migliori rimbalzisti: Wheatle (8,9), Varnado (7,3) e il centro classe ‘87 Daniele Magro (6,1).

Nella Seconda Fase i pistoiesi sono incappati finora in tre sconfitte in altrettante gare. Con Cantù alla prima giornata non è stata sufficiente la prova di Varnado con 19 punti a referto. Per i toscani, quella contro i brianzoli, è stata una partita veramente negativa al tiro da tre punti (3/21) e con un Copeland praticamente annullato (soli nove punti).

Proprio Copeland sta attraversando una fase calante in queste ultime tre gare con una media di soli otto punti. Si mantengono invece sulle medie della regular season Varnado (19 punti più 9,3 rimbalzi) e Wheatle (17,3 e 8,7). Tutti disponibili in casa Cantù.

"Abbiamo fatto molta fatica nella gara d'andata a Pistoia - le parole di coach Meo Sacchetti alla vigilia del match -. Veniamo da un ko e vogliamo subito riscattarci. In casa dell’Unieuro Forlì potevamo fare meglio".

E ancora: "Ogni tanto possiamo vincere anche giocando male, ma non possiamo pensare di fare soli 60 punti. Quest’anno abbiamo vinto alcune partite con la difesa, è vero, ma dobbiamo cercare di fare meglio in attacco".

"Per quanto riguarda le altre contendenti - sottolinea Sacchetti - Vanoli Cremona e Gruppo Mascio Treviglio sono squadre di grande valore e lo sappiamo. Forlì è una squadra molto quotata e secondo me è potenzialmente pericolosissima".

"Roko Rogic e Dario Hunt sotto osservazione? - conclude il Coach della Pallacanesto Cantù - Credo che siano loro i primi a voler dimostrare di essere giocatori importanti. L’Apu Old Wild West Udine può tornare protagonista, anche alla luce del fatto che inseriranno un altro straniero. Poi c’è la Reale Mutua Torino che è sempre temibile e si è anche rinforzata nel reparto lunghi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallacanestro Cantù, arriva Pistoia: l’Acqua S.Bernardo vuole riscattare lo scivolone di Forlì
QuiComo è in caricamento