Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Basket, Pesaro annientata da Cantù

Al Paladesio la Red October vince 92 a 73

Cantù-Pesaro 26 dicembre 2017 (Foto Gorini)

Non si lascia intenerire dall’atmosfera natalizia la Red October nel Santo Stefano di Desio dove si trova ad ospitare una Pesaro che sembra con Brindisi una delle principali candidate alla retrocessione, e se ne sbarazza senza dover troppo faticare.

Manca un americano per parte sul parquet brianzolo, ma l’assenza è tragica per i pesaresi che hanno ranghi ridottissimi mentre il vero problema di Cantù sembra invece essere ritrovare il giusto ritmo partita dopo Natale. Così l’avvio mette in mostra soprattutto la buona volontà ed il discreto amalgama degli ospiti che impattano il primo quarto (17-17), ma già all’intervallo lungo gudagnano un piccolo vantaggio (38-32).

La seconda metà della gara sembra avviarsi con una maggiore consapoevolezza della propria forza e scivola via facile facile nonostante qualche spazio in più concesso alle seconde linee e già all’inizio del terzo quarto la gara è già scritta (61-45) anche per la resa di Pesaro che smette di giocare di squadra e cerca di restare nel match con una serie di sfide uno contro uno. 

L’ultima frazione è così impreziosita da qualche azione spettacolare accompagnata da qualche leggerezza di troppo, ma il margine scavato permette la gestione del finale con ampio spazio a seconde e terze linee che sotto l’albero trovano qualche punto in serie A da ricordare nelle fatiche degli allenamenti in vista del prossimo impegno già sabato a Reggio Emilia che molto potrà già dire sulle possibilità di qualificazione per la Coppa Italia della squadra allenata da Marco Sodini. 

Finisce 92-73 confermando una Red October vittoriosa quando il punteggio finale si avvicina alla tripla cifra mentre più in difficoltà quando sono le difese a farla da padrone. Soddisfatto, ovviamente, coach Marco Sodini, acclamatissimo dal PalaDesio, soprattutto della maturità della sua squadra, che ha saputo reagire alle difficoltà della prima metà gara con consapevolezza della propria forza e seguendo la giusta direzione preparata in settimana. Mantiene lo sguardo ben fisso alla coda della classifica e vorrebbe centrrare la seconda vittoria consecutiva per potersi poi sbilanciare verso obiettivi più ambiziosi della salvezza. Ricorda che l’alternanza dei risultati ad oggi nel perfetto bilanciamento di vittorie e sconfitte ancora non può rivelare la resa della sua formazione se dovesse cadere due volte consecutive e forse già a Reggio Emilia sabato si potrebbe spezzare la perfetta alternanza di risultati e proiettare Cantù verso un’orbita di Final Eight piuttosto che con la testa sempre rivolta alle inseguitrici.

Red October Cantù 92: Smith 19, Culpepper 20,  Pappalardo, Cournooh 11, Parrillo 3, Tassone 3, Crosariol 14, Maspero 3, Reucci 2, Chappel 11, Burns 6. Coach: Marco Sodini
VL Pesaro 73: Omgobo 2, Ceron 2, Mika 9, Moore 30, Bocconcelli, Ancellotti, Bertone 12 , Kuksics 3, Monaldi 13, Serpilli 2. Coach: Spiro Leka.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, Pesaro annientata da Cantù

QuiComo è in caricamento